dalla Home

Attualità

pubblicato il 13 febbraio 2018

Sicurezza stradale, 1,6 miliardi di euro a Province e Città metropolitane

Il Governo stanzia 120 milioni per il 2018 e 300 milioni per ciascuno degli anni dal 2019 al 2023

Sicurezza stradale, 1,6 miliardi di euro a Province e Città metropolitane

Arrivano soldi per migliorare le strade: 1,6 miliardi a Province e Città metropolitane. A favore della sicurezza stradale, sono stati stanziati 120 milioni di euro per il 2018 e 300 milioni per ciascuno degli anni dal 2019 al 2023. Lo prevede il decreto di riparto proposto dal ministro dei Trasporti Graziano Delrio per interventi di manutenzione della rete stradale di Province e Città metropolitane: ha avuto l’ok dalla Conferenza Stato - Città e autonomie locali. Le risorse erano previste dalla Legge Bilancio 2018, “per il finanziamento degli interventi relativi ai programmi straordinari di manutenzione della rete viaria di province e città metropolitane”. Ma chi eroga le risorse? La Direzione generale per le strade e autostrade e per la vigilanza e la sicurezza nelle infrastrutture stradali del ministero, entro il 30 giugno di ogni anno.

Manutenzione sì, strade nuove no

Gli 1,6 miliardi di euro non potranno essere utilizzati per realizzare nuove tratte di infrastrutture o interventi non di ambito stradale: il denaro verrà impiegato per interventi di progettazione e di adeguamento normativo, miglioramento della sicurezza, percorsi per la tutela di utenti deboli, salvaguardia della pubblica incolumità. Ma anche per la riduzione dell’inquinamento ambientale: ricordiamo che l’Unione Europea intende appiopparci una mega-multa di un miliardo di euro perché in Italia non si respira. Un altro obiettivo sarà la diminuzione del rischio da trasporti, soprattutto quelli eccezionali. Si mira infine alla durabilità e alla riduzione dei costi, grazie alla programmazione pluriennale.

Con quali criteri

Per la ripartizione delle risorse sono stati applicati i criteri di consistenza della rete viaria (estensione chilometrica e numero dei veicoli), del tasso di incidentalità, della vulnerabilità rispetto a fenomeni di dissesto idrogeologico. Il monitoraggio sarà effettuato dalla Struttura tecnica di missione del ministero. Considerato l’allarme Sud in fatto di strade, la quota prevista per il Meridione è il 38%. Ovviamente soddisfatto Delrio, secondo il quale “l’intervento risponde alle esigenze di sicurezza stradale dei cittadini, al fine di ridurre l’incidentalità e consentire il diritto alla mobilità in tutte le aree del Paese. La certezza delle risorse per sei anni consente agli enti locali di avviare subito, per il 2018, gli interventi più urgenti e di definire un’adeguata programmazione di altri più profondi interventi da programmare negli anni successivi”.

Un po’ di ossigeno

Se le promesse verranno mantenute, sarà una piccola boccata d’ossigeno per la sicurezza stradale. Un po’ bistrattata in Italia: non abbiamo centrato l’obiettivo (imposto dall’UE) di dimezzare le vittime stradali dal 2001 al 2010, non centreremo probabilmente il target di dimezzare le vittime dal 2011 al 2020 (vedi qui), non c’è stata l’attesa riforma del Codice della Strada, i controlli contro alcol e droga non paiono essere sufficienti, e la condizione delle strade in Italia è sotto gli occhi di tutti gli automobilisti.

A chi vanno i soldi

Piemonte
Alessandria € 18.319.427,13
Asti € 10.638.492,35
Biella € 7.531.278,84
Cuneo € 29.143.323,77
Novara € 9.124.018,06
Torino € 44.868.801,44
Verbano-Cusio-Ossola € 9.030.901,43
Vercelli € 8.869.389,67

Lombardia
Bergamo € 21.456.686,67
Brescia € 25.168.117,46
Como € 13.197.037,34
Cremona € 11.224.514,77
Lecco € 10.217.569,81
Lodi € 6.021.410,64
Mantova € 13.671.499,27
Milano € 34.452.785,82
Monza e Brianza € 15.738.805,61
Pavia € 18.141.636,72
Sondrio € 6.181.872,08
Varese € 15.228.115,38

Veneto
Belluno € 11.448.977,04
Padova € 20.737.010,62
Rovigo € 7.136.164,41
Treviso € 19.232.668,11
Venezia € 18.622.370,76
Verona € 19.212.591,83
Vicenza € 19.219.162,62

Liguria
Genova € 21.914.915,56
Imperia € 8.649.449,43
La Spezia € 7.658.209,26
Savona € 10.344.975,08

Emilia-Romagna
Bologna € 29.327.869,35
Ferrara € 16.322.614,18
Forlì-Cesena € 16.936.949,31
Modena € 22.127.513,37
Parma € 18.127.317,78
Piacenza € 13.385.224,81
Ravenna € 16.726.389,25
Reggio Emilia € 20.705.673,08
Rimini € 11.473.954,64

Toscana
Arezzo € 13.554.163,57
Firenze € 27.907.270,52
Grosseto € 15.712.174,18
Livorno € 9.256.170,87
Lucca € 15.950.062,22
Massa-Carrara € 8.593.736,77
Pisa € 15.601.858,91
Pistoia € 11.225.460,69
Prato € 6.064.800,66
Siena € 15.084.404,82

Umbria
Perugia € 24.687.822,79
Terni € 8.311.486,01

Marche
Ancona € 13.475.971,31
Ascoli Piceno € 9.321.680,46
Fermo € 8.253.184,23
Macerata € 13.461.096,61
Pesaro-Urbino € 13.954.227,97

Lazio
Frosinone € 18.638.204,44
Latina € 15.021.864,64
Rieti € 10.186.695,25
Roma € 54.098.553,57
Viterbo € 14.422.979,96

Abruzzo
Chieti € 17.709.970,58
L'Aquila € 18.067.720,31
Pescara € 10.332.302,01
Teramo € 13.926.202,96

Molise
Campobasso € 12.997.540,13
Isernia € 7.795.014,57

Campania
Avellino € 18.765.555,65
Benevento € 13.567.795,88
Caserta € 20.264.773,76
Napoli € 38.928.585,74
Salerno € 37.851.057,91

Puglia
Bari € 22.374.976,49
Barletta-Andria-Trani € 8.541.930,46
Brindisi € 10.765.241,14
Foggia € 24.185.110,70
Lecce € 21.447.645,57
Taranto € 13.400.488,27

Basilicata
Matera € 11.106.149,34
Potenza € 23.511.406,14

Calabria
Catanzaro € 16.129.609,99
Cosenza € 26.407.720,45
Crotone € 7.465.139,58
Reggio Calabria € 17.353.917,56
Vibo Valentia € 7.732.384,75

Sardegna
Cagliari € 10.359.426,56
Nuoro € 12.197.788,75
Oristano € 8.166.698,81
Sassari € 20.188.563,87
Sud Sardegna € 7.946.567,67

Sicilia
Agrigento € 12.108.041,33
Caltanissetta € 9.332.746,39
Catania € 24.693.983,09
Enna € 8.204.147,53
Messina € 25.316.392,53
Palermo € 25.643.471,58
Ragusa € 8.629.147,51
Siracusa € 13.396.609,96
Trapani € 12.868.619,28

Autore: Redazione

Tag: Attualità , infrastrutture


Top