dalla Home

Curiosità

pubblicato il 12 gennaio 2018

Autosport lancia MotorMarket.com

Si possono vendere ed acquistare servizi e prodotti per il motorsport. Ecco la nuova piattaforma di trading firmata Autosport

Autosport lancia MotorMarket.com

Un vero e proprio mercato online, dove tutti gli appassionati delle quattro ruote possono mettere in vendita e comprare servizi ed accessori inerenti al motorsport. MotorMarket.com è la nuova piattaforma di trading creata da Motorsport Network il gruppo di cui fa parte anche Motor1.com e Omniauto.it. Il nuovo sito, nato per venire incontro ad un mercato che ogni anno muove oltre 25 miliardi di dollari, offre la possibilità di crare un profilo personale dove commercializzare la propria attività, elencare i nuovi prodotti e trovare acquirenti.

Presentazione a Birmingham

MotorMarket è stato presentato in questi giorni in occasione dell'Autosport International Show in scena a Birmingham e va a sostuire Autosport Directory, piattaforma attiva dal 1989. L'evento si svolge durante l'arco di quattro giorni, dal 11 al 14 gennaio 2018, in cui i primi due sono dedicati alle esposizioni commerciali, gli altri agli show motoristici che attirano il pubblico nel fine settimana. Questo in UK è il più grande evento del mondo in quanto a presenza di fornitori ed utilizzatori, frutto della tradizione trentennale che Autosport ha nel promuovere le realtà commerciali in ambito motorsport.

Ricerca avanzata

Oltre 4.500 aziende hanno già aderito al progetto. Un acquirente può cercare online - tramite ricerca avanzata - selezionando i venditori anche in base a parametri geografici e categorie di settore. La piattaforma MotorMarket offre quindi svariate opportunità di business, consentendo anche alle piccole realtà commerciali di esporre in una grande community tutti i prodotti. Ancora meglio se di nicchia; con la ricerca avanzata infatti, più i prodotti saranno specifici, meno saranno le aziende produttrici, livellando così il gap tra grandi e piccole imprese.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , dalla rete , inghilterra


Top