dalla Home

Test

pubblicato il 11 ottobre 2017

Nuova Porsche Cayenne, tutta la tecnologia vista da vicino

Forme da SUV, contenuti tecnici da ammiraglia moderna. Siamo andati a Dusseldorf per conoscerla meglio

Galleria fotografica - Nuova Porsche Cayenne, tutta la tecnologiaGalleria fotografica - Nuova Porsche Cayenne, tutta la tecnologia
  • Nuova Porsche Cayenne, tutte le foto - anteprima 1
  • Nuova Porsche Cayenne, tutte le foto - anteprima 2
  • Nuova Porsche Cayenne, tutte le foto - anteprima 3
  • Nuova Porsche Cayenne, tutte le foto - anteprima 4
  • Nuova Porsche Cayenne, tutte le foto - anteprima 5
  • Nuova Porsche Cayenne, tutte le foto - anteprima 6

Fino a qualche anno fa, per "ammiraglia" si intendeva una berlina di rappresentanza lunga cinque metri e dotata di tutte le ultimissime tecnologie presenti sul mercato. Ora che i gusti dei consumatori sono cambiati, questa attenzione delle Case auto si è spostata anche ai SUV. E' sicuramente il caso di Porsche, che per la terza generazione della Cayenne ha preso tutte le novità introdotte con la nuova Panamera e le ha addirittura migliorate.

Ruote sterzanti e sospensioni a tripla camera

La piattaforma è la stessa dell'ultima Audi Q7 e della Bentley Bentayga, che sarà usata anche per la prossima Volkswagen Touareg (che noi abbiamo ricostruito così nel nostro rendering) e la tanto attesa Lamborghini Urus. La prima cosa che invece condivide con la sua "sorella a ruote basse", la Panamera, è il sistema di quattro ruote sterzanti, capaci di migliorare l'agilità alle basse andature e di alzare il livello di stabilità quando invece la velocità si fa più elevata, sterzando nella stessa direzione di quelle anteriori. Il Porsche Dynamic Chassis Control, cioè il sistema elettromeccanico di annullamento del rollìo, evita che la massa di quasi due tonnellate si avverta troppo nelle curve o nei cambi di direzione. E poi ci sono le nuove sospensioni ad aria a tre camere, in grado di smorzare qualsiasi asperità stradale e di sollevare la Cayenne quando si tratta di affrontare un percorso in fuoristrada.

Tutto a portata di dito

Il comfort di marcia è una prerogativa di un'ammiraglia che si rispetti, così come l'attenzione per la vita a bordo. Sulla nuova Cayenne c'è infatti lo stesso sistema d'infotainment con schermo full HD da 12,3" della Panamera, anche se c'è stato qualche miglioramento nella risposta dei comandi vocali. Per il resto l'impostazione della plancia è la stessa, quindi con la plancia coi tasti a sfioramento a sviluppo verticale. Altri due schermi in alta definizione si trovano nel cruscotto davanti al guidatore e affiancano il grosso contagiri centrale, in perfetto stile Porsche.

Prestazioni da sportiva

Parlando di contagiri e prestazioni, la nuova Cayenne ha una gamma che riprende quella della generazione uscente. I motori, però, sono nuovi: si parte dal 3.0 V6 da 340 CV, che ora ha 40 CV in più. C'è poi il 2.9 biturbo da 440 CV della Cayenne S, che di CV ne guadagna 20, e infine al top per potenza e prestazioni c'è il 4 litri V8 biturbo a doppia sovralimentazione che arriva a 550 CV e 770 Nm, in grado di scattare da 0 a 100 in meno di 4" (con il Pack Chrono) e di raggiungere i 286 km/h. Più avanti si uniranno alla gamma motori anche la variante diesel e quella ibrida plug-in.

Autore:

Tag: Test , Porsche , auto europee


Top