dalla Home

Live

pubblicato il 3 ottobre 2017

Nuova Nissan Leaf, ecco com'è vista dal vivo

Siamo stati alla presentazione europea di Oslo in occasione dell'evento Nissan Futures

Galleria fotografica - Nuova Nissan Leaf vista dal vivo a OsloGalleria fotografica - Nuova Nissan Leaf vista dal vivo a Oslo
  • Nuova Nissan Leaf vista dal vivo a Oslo - anteprima 1
  • Nuova Nissan Leaf vista dal vivo a Oslo - anteprima 2
  • Nuova Nissan Leaf vista dal vivo a Oslo - anteprima 3
  • Nuova Nissan Leaf vista dal vivo a Oslo - anteprima 4
  • Nuova Nissan Leaf vista dal vivo a Oslo - anteprima 5
  • Nuova Nissan Leaf vista dal vivo a Oslo - anteprima 6

Il futuro dell'auto, o perlomeno quello di Nissan, passa per la presa elettrica. Giochi di parole a parte, la terza edizione del Nissan Futures ha chiaramente delineato il programma che la Casa giapponese conta di attuare nel breve e nel medio periodo per rafforzare la sua leadership nel mercato delle auto a zero emissioni e per costruire un intero ecosistema interconnesso, nel quale le auto rappresentano solo una parte. Il primo tassello del puzzle è sicuramente la nuova Leaf, la seconda generazione dell'auto elettrica più venduta al mondo lanciata nel 2010.

Stile nuovo ma familiare

Della vecchia resta poco, se non la base di partenza, ma per il resto la Leaf è tutta nuova, a cominciare da un design più maturo e studiato per andare incontro a i gusti di un pubblico ancora più ampio. Il family feeling con gli altri modelli Nissan ora è più marcato, con la griglia frontale a V prominente - che diventa blu quando l'auto è accesa - e le luci diurne a LED a forma di boomerang. Dietro, invece, è il montante C che tradisce la parentela con la nuova Micra e con il SUV Murano, che da noi però non è venduto. Infine, i gruppi ottici posteriori ricordano da vicino quelli della crossover Juke. Dentro, invece, i designer di Nissan sono stati più cauti.

Più tecnologica e "autonoma"

Quella presente ad Oslo è la Leaf 2.ZERO, la versione di lancio che parte da 37.490 euro e sarà in vendita da gennaio 2018 con una dotazione che più completa non si può. Al centro della plancia spicca lo schermo da 7" e, sulla console centrale, il selettore della modalità di marcia al posto di un tradizionale cambio. Lì vicino c'è poi il comando dell'E-Pedal, la nuova tecnologia introdotta sulla nuova Leaf che consente al guidatore di accelerare e frenare usando soltanto il pedale dell'acceleratore, che quando rilasciato attiva automaticamente freni a disco e luci di stop per aumentare al massimo il recupero di energia. Le altre due tecnologie che debuttano con la Leaf di seconda generazione sono il PROPilot, cioè il sistema di guida semi-autonoma di livello 2 (ma già predisposto per il livello 3), e il PROPilot Park, l'assistente al parcheggio. Cresciuta nelle tecnologie e nell'autonomia, che ora sale a 378 km dichiarati con la batteria da 40 kWh, la Leaf è cresciuta - poco - anche nelle dimensioni: il passo resta di 2,7 metri, ma la lunghezza sale a 4,48 metri e il bagagliaio arriva a 435 litri di capacità minima.

Autore:

Tag: Live , Nissan , auto elettrica , auto giapponesi


Top