Mazda MX-5, la roadster mondiale!


27 anni di successi, 1 milione di emozioni. Passa il tempo, ma ci sono modelli che continuano a rimanere incredibilmente fedeli a se stessi, appassionando chi ama l’automobile in modi sempre diversi. La Mazda MX-5 è di certo un’auto che non ha bisogno di presentazioni visto che in tutto il globo è sinonimo di essenzialità, fascino e divertimento, caratteristiche sempre vive dalla prima all’ultima generazione grazie a una evoluzione che, a partire dalla NA dal 1989, ha ammaliato circa un milione di clienti nel mondo rendendola la sportiva a due posti più venduta al mondo. Come renderle omaggio se non con un fantasmagorico Ritorno al Presente a tutta Miata?

L’essenza del piacere

MX-5, “Miata” come la conoscono negli USA, oppure “Roadster Eunos” il suo nome in Giappone, chiamatela come volete ma quando Mazda la presentò nel 1989 fu da subito un successo. Oltre alla linea che conquista subito il cuore degli appassionati, grazie a particolari come i fari a scomparsa, il vero trionfo lo si raggiunge quando si gira la chiave di accensione e si guida tra le curve: 955 kg di peso sono un biglietto da visita che fa pensare immediatamente a cambi di direzione fulminei, così i 115 CV del suo propulsore 1.6 sono più che sufficienti a far divertire. Seguiranno poi nel 1994 il motore 1.8 e il 1.6 da 90 CV, prima dell’uscita di produzione della NA nel 1997, alla quale seguirono la NB, la NC e la nuovissima MX-5 ND.

“Magra è bello”

La leggerezza rimane fondamentale. Dai 955 kg della NA del 1989, in 27 anni la tecnologia ha fatto passi da gigante offrendo il miracolo dell’efficienza unita alla sicurezza, ma senza aggravio di peso. 975 sono i kg di peso della nuova MX-5 con motore 1.5 Skyactiv-G, 1.015 kg per la 2.0 protagonista del nostro Ritorno al Presente, una sportiva da 160 CV che mantiene però bassi i costi di gestione grazie ad i-Stop e i-ELOOP, mentre il divertimento è altissimi grazie al suo telaio rigoroso e al sempre fantastico cambio manuale, ora a sei rapporti. E poi il fascino, affinato con gli anni, ora più affilato che mai grazie alle continue attenzioni che il progetto MX-5 continua a ricevere dai tecnici giapponesi, sforzi che vengono apprezzati non solo dalla clientela, dato che al WCOTY 2016 di New York la nuova Miata si è meritata i premi Overall World Car of the Year e World Car Design of the Year.

Scopri l'evoluzione di Mazda MX-5









Condividi