dalla Home

Curiosità

pubblicato il 28 ottobre 2009

Alla Infiniti "tira aria buona"

Sulla serie M sarà montato un originale sistema di climatizzazione

Alla Infiniti "tira aria buona"
Galleria fotografica - Infiniti MGalleria fotografica - Infiniti M
  • Infiniti M - anteprima 1
  • Infiniti M - anteprima 2
  • Infiniti M - anteprima 3
  • Infiniti M - anteprima 4

Infiniti, brand di lusso della Nissan, sta portando avanti il lancio della sua intera gamma in Europa. Nel 2011 farà il suo debutto la serie M, una berlina di dimensioni generose che ha come obbiettivo quello di rosicchiare vendite a concorrenti come la Mercedes Classe E o la nuova Jaguar XJ. Gli ingegneri giapponesi hanno però cercato di spingersi oltre, dato che partono in svantaggio in un segmento atavicamente dominato dalle tedesche, specie nel nostro Paese. Oltre ad interni di pregio e a motori prestanti, sulla nuova ammiraglia sarà infatti montato per la prima volta l´innovativo sistema di climatizzazione Forest Air, che punta dritto al cuore dei più raffinati. Alla base di questo dispositivo c'è l´idea che una maggiore qualità dell´aria all´interno dell´abitacolo possa effettivamente aiutare l´attenzione alla guida e nello stesso tempo il relax.

All'interno le bocchette non emettono aria costantemente e con la stessa intensità, ma in modo casuale, tale da trasmettere quel particolare effetto di naturalezza e discontinuità, tipico di una brezza, resa gradevole da aromi naturali di foglie, con effetto calmante e defatigante o di legno di alberi tropicali del Borneo, che facilitano l´attenzione. Specularmente il sistema lavora per rimuovere i cattivi odori che si potrebbero creare all'interno dell'auto. Il Plasmacluster infatti si avvale di un sofisticato filtro a base di polifenoli estratti dai semi dell'uva, e può espellere ad esempio il fumo di sigaretta, o ionizzare e rendere impercettibili eventuali allergeni, muffe o batteri.

Veramente utile anche il meccanismo inverso, che impedisce ai cattivi odori di penetrare dall'esterno: dovrebbe finalmente togliere dalla schiavitù di attivare e disattivare il ricircolo dell'aria durante gli incolonnamenti. Infine un capitolo che molti trascurano ma che Infiniti non ha dimenticato è l´umidità. Nella serie M viene controllata attraverso sensori dedicati in modo da scongiurare quello sgradevole effetto di secchezza che alcuni condizionatori comportano, senza incappare nel rischio di appannare i vetri. Il tutto, ovviamente, è monitorato da una centralina che tramite gli svariati sensori dosa la qualità e la quantità dei flussi.

Autore: Daniele Mancin

Tag: Curiosità , Infiniti


Top