dalla Home

Mercato

pubblicato il 26 ottobre 2009

Volkswagen vuole la Karmann

65 mln di euro per la storica carrozzeria sull’orlo del fallimento

Volkswagen vuole la Karmann

La Volkswagen starebbe per acquistare la Karmann, la storica carrozzeria tedesca che negli anni si è specializzata in vetture apribili, che dall'aprile scorso è in amministrazione controllata per insolvenza e che, se non ci sarà entro novembre un compratore disposto a rilevarla assumendosene i debiti, andrà incontro al fallimento e alla chiusura definitiva. Lo afferma la Reuters confermando che le trattative sono in fase avanzata tra l'azienda di Wolfsburg e le tre famiglie che insieme possiedono la Karmann (Battenfeld, Boll e Karmann), le quali chiedono circa 65 milioni di euro, cifra nella quale sarebbe compreso anche un nuovo impianto di verniciatura costato solo pochi anni fa 100 milioni di euro.

Secondo la Reuters la Volkswagen avrebbe al momento offerto una cifra sensibilmente inferiore e questo sarebbe il maggiore impedimento alla chiusura della trattativa. Le scadenze però incombono e rischiano di portare all'estinzione un marchio che, per quanto rimasto sempre nelle retrovie, ha fatto la storia di molte importanti innovazioni come il tetto in metallo che trasforma una scoperta in coupé, apparso per la prima volta nel 1997 sulla Mercedes SLK e poi reso più democratico qualche anno dopo dalla Peugeot sulla 206 CC.

Secondo Der Spiegel, la Volkswagen sarebbe comunque molto interessata a Karmann, anche per le conoscenze accumulate dall'azienda e dalle sue maestranze che risulterebbero ideali per curare l'industrializzazione di tutte le vetture scoperte del Gruppo e per l'assemblaggio delle Boxster e Caymann di prossima generazione, anch'esse figlie di un progetto comune con Volkswagen. Der Spiegel cita anche la Up! elettrica tra le vetture che potrebbero essere affidate alla Karmann.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato


Top