dalla Home

Mercato

pubblicato il 26 ottobre 2009

Fisker: uno stabilimento GM per NINA

L’impianto di Wilmington produrrà la famiglia di ibridi plug-in nel 2011

Fisker: uno stabilimento GM per NINA

La Fisker starebbe per annunciare l'acquisizione dello stabilimento GM di Wilmington, nello stato americano del Delaware, nel quale dalla fine del 2011 dovrebbe essere prodotta la vettura ibrida plug-in prevista dal progetto NINA per il quale l'azienda californiana ha già ricevuto un finanziamento dal governo federale per 528 milioni di dollari. Lo riporta l'agenzia Reuters la quale anticipa che l'annuncio dell'accordo potrebbe essere dato già nella giornata di domani da Joe Biden, vice presidente degli Stati Uniti nativo proprio del Delaware, in visita a Wilmington presso lo stabilimento che, fino alla chiusura avvenuta la scorsa estate, produceva le vetture GM con pianale Kappa, ovvero piccole roadster a motore anteriore e trazione posteriore come la Pontiac Solstice, la Saturn Sky e la Opel GT.

Sia l'ufficio di Biden sia Henrik Fisker non hanno voluto commentare né anticipare l'annuncio (previsto per le nostre ore 3 pomeridiane), ma hanno fatto capire che quello di Wilmington sarà lo stabilimento dove la Fisker produrrà la sua nuova ibrida plug-in con il quale la Fisker tenterà il grande salto di volume con NINA che, lo ricordiamo, indica una famiglia di prodotti destinata ad essere prodotta a regime in 100mila esemplari all'anno creando 5mila posti di lavoro. Il primo modello NINA dovrebbe arrivare nei concessionari nel 2012 con un prezzo di listino intorno ai 48mila dollari e godere però di 7.500 dollari di incentivo.

Un progetto ambizioso, fermo restando che la produzione della Karma prevista negli stabilimenti della finlandese Valmet per 15mila pezzi all'anno, continua a ricevere rinvii nonostante gli ordini dichiarati siano oltre 1.500. Non è ancora dato sapere se il passaggio dello stabilimento da GM alla Fisker avverrà con un esborso di denaro o lo Stato confederale, in quanto maggiore azionista al Renaissance Center, concederà al costruttore di Irvine l'uso dell'impianto come ulteriore sgravio per incentivarne i piani industriali e dare così un'altra spinta ai programmi del presidente Barack Obama che parla di un milione di ibridi plug-in circolanti nel 2015 sulle strade statunitensi.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , produzione


Top