dalla Home

Curiosità

pubblicato il 16 ottobre 2009

Drive-In

Il museo dell'automobile a Nanchino parlerà italiano

Drive-In
Galleria fotografica - Drive-In: il museo dell'auto a NanchinoGalleria fotografica - Drive-In: il museo dell'auto a Nanchino
  • Drive-In: il museo dell\'auto a Nanchino - anteprima 1
  • Drive-In: il museo dell\'auto a Nanchino - anteprima 2
  • Drive-In: il museo dell\'auto a Nanchino - anteprima 3
  • Drive-In: il museo dell\'auto a Nanchino - anteprima 4
  • Drive-In: il museo dell\'auto a Nanchino - anteprima 5
  • Drive-In: il museo dell\'auto a Nanchino - anteprima 6

Un safari all'interno del contesto urbano. E' a questo che si è ispirato Francesco Gatti, un architetto italiano che ha ideato un museo dell'automobile che si trasformerà in realtà a Nanchino (Cina) sotto forma di un pionieristico edificio. Qui, quando i lavori termineranno, i visitatori portanno guidare le proprie auto fino al tetto, prima di avventurarsi a piedi giù tra gli altri piani espositivi per ammirare le vetture e i componenti automobilistici esposti.

Una volta ritornato a terra il visitatore potrà scegliere se prendere un ascensore e tornare sul tetto oppure ritrovare la sua auto a quota zero, perché, come ha detto lo stesso Gatti: "Nella Cina degli opposti chi ha le disponibilità economiche per possedere un'auto ha anche la possibilità di avere un autista personale".

La struttura, particolarmente innovativa e ispirata ad un origami, occupa uno spazio complessivo di 15.000 metri quadrati ed ospiterà anche installazioni didattiche, un design centre, uffici, laboratori, ristoranti, sale conferenze, spazi per eventi e per la vendita. L'architetto, che ha vinto un concorso internazionale con quest'opera, ha descritto il museo come "una sequenza cinematografica in cui l'attore protagonista è l'automobile", ma "quale" automobile si saprà in dettaglio all'inaugurazione.

Autore:

Tag: Curiosità


Top