dalla Home

Mercato

pubblicato il 12 ottobre 2009

Hummer è ufficialmente cinese

Conclusa la transazione per il passaggio del marchio alla Tengzhong

Hummer è ufficialmente cinese
Galleria fotografica - Hummer H3TGalleria fotografica - Hummer H3T
  • Hummer H3T - anteprima 1
  • Hummer H3T - anteprima 2
  • Hummer H3T - anteprima 3
  • Hummer H3T - anteprima 4
  • Hummer H3T - anteprima 5
  • Hummer H3T - anteprima 6

Hummer passa da General Motors alla Sichuan Tengzhong Heavy Industrial Machinery Company. L'accordo è stato appena raggiunto con la supervisione della Citi e prevede la cessione di marchio, attività commerciali e licenze per la fabbricazione dei veicoli Hummer oltre che gli accordi preesistenti in merito alla rete di vendita e assistenza.

La Tengzhong acquisirà nei fatti il 100% di Hummer, ma non comparirà ufficialmente nei compratori che invece saranno formalmente due: Suolanh Duoji, un imprenditore privato che prenderà l'80%, e la Lumena, azienda produttrice di Thenardite quotata alla borsa di Hong Kong, sarà invece detentrice del restante 20%. Non sono stati resi noti i termini finanziari dell'accordo che è ancora formalmente sottoposto all'approvazione delle agenzie governative statunitensi e cinesi.

L'accordo prevede inoltre che l'H3 e l'H3T siano costruiti ancora nell'impianto di Shrevenport, mentre l'H2 presso lo stabilimento AM General di Mishakawa, ma solo fino a giugno 2011 con l'opzione per un altro anno. In questo modo l'occupazione per i 3mila operai è garantita, almeno per poco meno di 2 anni, lo stesso dicasi per il management che rimarrà lo stesso con a capo il CEO, James Taylor. Il futuro immediato dei prodotti prevede invece l'estensione delle motorizzazioni Flexfuel a etanolo e l'adozione del Diesel per l'H3 destinata ai mercati esteri. Seguiranno motori a benzina più efficienti, cambi a 6 rapporti e altri motori Diesel. Ciò che invece non è chiaro è che fine farà il ramo "militare" di Hummer, quello che provvede alla fabbricazione degli H1 destinati principalmente all'esercito americano. Era infatti questo uno dei punti di caldi della trattativa iniziata ufficialmente il giugno scorso e conclusasi oggi. Nessuna menzione anche su modelli più compatti, previsti dalla casa americana. In questo modo General Motors si libera di un altro dei suoi marchi e può proseguire con denaro fresco in cassa verso il risanamento per il quale ha ricevuto complessivamente 50 miliardi dollari dal governo americano.

Galleria fotografica - Hummer H3 AlphaGalleria fotografica - Hummer H3 Alpha
  • Hummer H3 Alpha - anteprima 1
  • Hummer H3 Alpha - anteprima 2
  • Hummer H3 Alpha - anteprima 3
  • Hummer H3 Alpha - anteprima 4
  • Hummer H3 Alpha - anteprima 5
  • Hummer H3 Alpha - anteprima 6
Galleria fotografica - Hummer H2 2008Galleria fotografica - Hummer H2 2008
  • Hummer H2 2008 - anteprima 1
  • Hummer H2 2008 - anteprima 2
  • Hummer H2 2008 - anteprima 3
  • Hummer H2 2008 - anteprima 4
  • Hummer H2 2008 - anteprima 5
  • Hummer H2 2008 - anteprima 6

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , Hummer


Top