dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 7 ottobre 2009

Daihatsu al Salone di Tokyo

Un carico di concept all'insegna di leggerezza e semplicità

Daihatsu al Salone di Tokyo
Galleria fotografica - Daihatsu al Salone di TokyoGalleria fotografica - Daihatsu al Salone di Tokyo
  • Daihatsu al Salone di Tokyo - anteprima 1
  • Daihatsu al Salone di Tokyo - anteprima 2
  • Daihatsu al Salone di Tokyo - anteprima 3
  • Daihatsu al Salone di Tokyo - anteprima 4
  • Daihatsu al Salone di Tokyo - anteprima 5
  • Daihatsu al Salone di Tokyo - anteprima 6

Pochi lo sanno, ma Daihatsu è la più antica casa automobilistica giapponese, nata nel 1907 come "Hatsudoki Seizo Co" e da sempre specializzata nella produzione di utilitarie, city car, microvetture e piccole fuoristrada. Per il Salone di Tokyo 2009 la Casa di Ikeda si mantiene fedele alla propria tradizione e appronta uno stand dominato da cinque concept in anteprima mondiale, tutte di piccole dimensioni.

E:S
La compatta cittadina chiamata e:S (eco & Smart) prefigura una prossima mini vettura dall'impostazione efficiente ed ecologica, capace di trasportare 4 persone e di consumare solo 3,33 litri di carburante ogni 100 chilometri. L'ottimo risultato verrebbe ottenuto partendo da un pianale di produzione (probabilmente quello della Cuore), accorciando il passo a 2.175 mm, sostituendo numerose parti con altre ultraleggere e affinando i controlli elettronici del motore. Con un peso di soli 700 chili e un'immagine vagamente simile a quella della MINI, la e:S riesce a percorrere 30 km/l spinta da un tradizionale motore a combustione interna abbinato al sistema Stop&Start.

TANTO EXE E EXE CUSTOM
Sulla base della Daihatsu Tanto di serie, "cubica" Kei car destinata al mercato giapponese, la Casa della grande D propone due concept che anticipano nuove versioni già programmate per la produzione, la Tanto Exe e la Tanto Exe Custom. Entrambe sono più leggere ed efficienti delle versioni a listino, ma sempre caratterizzate dalla modularità interna e dalla praticità che sta alla base del prodotto. Nuovi interni più lussuosi e meglio rifiniti danno alla squadrata microvettura un valore aggiunto che tocca il suo apice nella versione full optional Custom

DECA DECA
Definita monovolume "super box" con pianale basso e piatto, la Deca Deca è una concept dedicata al tempo libero e allo svago. Il pavimento rasoterra e perfettamente piano, l'assenza del montante centrale e la particolare apertura "ad armadio" delle portiere (135°) consente un facile accesso a bordo, così come il carico e lo scarico di oggetti. Come in ogni vettura di questo tipo, i sedili sono mobili, abbattibili e configurabili in più modi, per creare un ufficio mobile, un pulmino o un furgone, a seconda delle necessità.

BASKET
Come dice il nome, Basket, questo prototipo è pensato come un vero e proprio "cesto" da riempire di oggetti, come quando si va a funghi nei boschi. La carrozzeria completamente aperta è pensata per ospitare 4 passeggeri e avere ancora un vano di carico libero al posteriore, da piccolo pick-up. La piccola Basket ha linee semplici, lamierati di forma regolare, un hard top rimovibile sui posti anteriori e una capottina in tela per i passeggeri posteriori. Gli interni risultano altrettanto sobri e spartani, con soluzioni di arredamento, tessuti tipo lino e dettagli che ricordano assai il pratico abitacolo della prima Fiat Panda.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Daihatsu


Top