dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 1 ottobre 2009

E-mobility Italy parte da Roma

Il Campidoglio e l'Enel hanno firmato l'intesa per portare l'auto elettrica in città

E-mobility Italy parte da Roma

Il difficile cammino del Piano strategico per la mobilità sostenibile, portato avanti dalla Giunta Comunale della città di Roma, muove un decisivo passo avanti con la firma del protocollo d'intesa tra il Sindaco Gianni Alemanno e l'Amministratore delegato e Direttore generale di Enel, Fulvio Conti. Il patto segna l'avvio del progetto E-mobility Italy e sancisce l'inizio dei lavori per la realizzazione di una rete elettrica riservata alla ricarica di autoveicoli e motoveicoli plug-in nella Capitale.

In particolare, è prevista la realizzazione di 150 punti di distribuzione, di cui 100 saranno a disposizione di tutti i cittadini e 50 verranno riservati ad un uso privato. Le colonnine di ricarica saranno pronte e potranno essere utilizzate da settembre 2010, dopo un opportuno studio da parte dell'Enel in collaborazione con l'Atac - Agenzia per la Mobilità del Comune di Roma - sulla loro ubicazione, tenendo conto delle caratteristiche del tessuto urbano, delle esigenze dei consumatori e della viabilità cittadina. Si tratta di un accordo importante che non solo renderà possibile lo sviluppo e l'utilizzo dei veicoli elettrici, ma che in futuro - in base alle stime di Enel - permetterà, se almeno il 15% delle auto circolanti a Roma saranno elettriche, di risparmiare più di 260mila tonnellate di CO2 all'anno.

Autore: Francesco Donnici

Tag: Attualità , mobilità sostenibile


Top