dalla Home

Mercato

pubblicato il 1 ottobre 2009

Penske rinuncia ad acquisire Saturn

Transazione fallita per il marchio GM. Quasi certi l’annullamento della rete

Penske rinuncia ad acquisire Saturn

Penske getta la spugna nell'affare Saturn che avrebbe portato all'acquisto del marchio GM nato originariamente nel 1984 da un accordo della Casa di Detroit con Toyota. Il motivo, secondo la stessa Penske, è l'impossibilità di trovare un fornitore di veicoli dopo che la GM avesse terminato il proprio contratto di fornitura biennale. I contatti tra l'azienda di Bloomfield Hills, nello stato del Michigan, e la GM erano iniziati ufficialmente il 5 giugno e l'accordo sembrava già fatto con la importante conseguenza che sarebbe stata rilevata l'intera rete commerciale Saturn composta da circa 250 concessionari nei quali lavorano 13mila persone.

Invece qualcosa è andato storto. Penske infatti ha negoziato con una non precisata Casa un contratto di fornitura che sarebbe dovuto cominciare dopo la fine di quello GM, ma il consiglio di amministrazione di questo fantomatico costruttore ha rigettato l'accordo senza il quale il futuro di Saturn non può essere assicurato dopo il periodo di transizione con GM. Quest'ultima si era impegnata a fornire per due anni Penske della berlina Aura (in pratica la Opel Vectra), del Vue, SUV su piattaforma Theta (la stessa della Opel Antara e della Chevrolet Captiva) e dell'Outlook, SUV di grandi dimensioni su piattaforma Lambda, usata per altri modelli USA come Buick Enclave, Chevrolet Traverse e GMC Acadia.

La reazione dei vertici di Detroit, per bocca dello stesso presidente e CEO, Fritz Henderson, è stata ovviamente negativa, ma ancora di più lo è stata quella dei concessionari Saturn che hanno visto le vendite crollare nel 2009 del 59,2%. Per quest'ultimi si profila infatti la mazzata finale: come diretta conseguenza dell'estinzione del marchio Saturn, GM non potrà far altro che procedere con la dismissione del mandato in termini e tempi che saranno comunicati a breve. Quando la rete sarà completamente dismessa, l'assistenza per il circolante Saturn sarà assicurata dai punti degli altri marchi che GM è intenzionata a tenere e a far sopravvivere.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , General Motors


Top