dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 29 settembre 2009

Mazda al Salone di Tokyo

Motori e cambi più efficienti per ridurre del 30% i consumi entro il 2015

Mazda al Salone di Tokyo
Galleria fotografica - Mazda al Salone di TokyoGalleria fotografica - Mazda al Salone di Tokyo
  • Mazda al Salone di Tokyo - anteprima 1
  • Mazda al Salone di Tokyo - anteprima 2
  • Mazda al Salone di Tokyo - anteprima 3
  • Mazda al Salone di Tokyo - anteprima 4
  • Mazda al Salone di Tokyo - anteprima 5
  • Mazda al Salone di Tokyo - anteprima 6

Il 21 ottobre prossimo parte il 41esimo Tokyo Motor Show e già i costruttori giapponesi si preparano al grande evento preannunciando la lista di novità presenti nei padiglioni della Makuhari Messe. Una delle prime è Mazda, pronta a svelare "SKY", programma di nuove tecnologie per una futura mobilità più efficiente, pulita, sostenibile e sicura. Nel concreto la casa di Hiroshima presenta i nuovi motori di prossima generazione SKY-G a iniezione diretta di benzina e SKY-D a gasolio, oltre al cambio automatico SKY Drive e alla concept Kiyora. L'obiettivo dei nuovi gruppi meccanici è quello di porre le basi per una nuova famiglia di propulsori e trasmissioni altamente efficienti che garantiscano una riduzione del 30% nei consumi della gamma Mazda entro il 2015.

SKY-G
Il prototipo del prossimo motore a benzina in arrivo nei listini Mazda nel 2011 si chiama SKY-G e promette netti miglioramenti nelle prestazioni e nei consumi grazie al perfezionamento dell'efficienza termica. Il quattro cilindri di due litri ha un nuovo blocco motore che riduce gli attriti interni, un sistema di iniezione diretta che ottimizza la miscela aria/benzina ai vari regimi e un nuovo sistema di fasatura variabile. I consumi e la coppia massima sono migliori del 15% rispetto all'attuale 2 litri Mazda. Con questo propulsore una Mazda3 potrebbe avere livelli di consumo paragonabili a quelli di una piccola Mazda2.

SKY-D
Con una operazione simile a quella intrapresa per il motore a benzina, anche l'unità a gasolio di 2,2 litri è stata studiata per ridurre le frizioni meccaniche, migliorare la forma della camera di combustione e ottimizzare i livelli di temperatura e pressione. Nuovi iniettori piezoelettrici, un turbocompressore bi-stadio e altre innovative tecnologie permettono allo SKY-D di consumare il 20% in meno del diesel 2.2 Mazda presente a listino. In questo caso il risparmio di combustibile è così elevato che si potrebbe montare lo SKY-D su una Mazda6 e avere gli stessi consumi di una Mazda2.

SKY-Drive
Un ulteriore 5% di risparmio nel consumo di carburante arriva dal Cambio automatico SKY-Drive di nuova generazione, sempre caratterizzato dal classico convertitore di coppia ma affinato nella gestione degli attriti e degli slittamenti indesiderati. Anche l'utilizzo di una speciale frizione rapida dovrebbe garantire alla rinnovata trasmissione di ridurre i tempi di cambiata e rendere il funzionamento più "liscio" e simile a quello di un cambio a doppia frizione.

KIYORA CONCEPT
La prima vettura a sfruttare parte delle tecnologie sviluppate nel programma SKY è la Kiyora concept, prefigurazione di una compatta di prossima generazione che si presenta per la prima volta al pubblico di casa. Grazie alla riduzione dei pesi e allo sfruttamento delle tecnologie più efficienti, la Kiyora ha un consumo dichiarato di 3,1 l/100 km (ciclo Japan 10-15).

Autore:

Tag: Anticipazioni , Mazda


Top