dalla Home

Motorsport

pubblicato il 24 settembre 2009

F1: Ecclestone invita Briatore a ricorrere in appello

Atteggiamento paradossale del patron della F1

F1: Ecclestone invita Briatore a ricorrere in appello

Il caso Singapore continua a far discutere e la sentenza emessa dalla FIA ai danni di Briatore comincia ad apparire una punizione troppo pesante perfino a Bernie Ecclestone che ha speso parole di conforto verso l'ex team principal della Renault. "Quella di Briatore è stata una punizione troppo dura, non la meritava - ha affermato Ecclestone - ma ero nella commissione che ha deciso la sanzione e probabilmente sono colpevole quanto gli altri. Non credo fosse necessaria una pena così pesante, Flavio dovrebbe chiedere di essere ascoltato dalla Corte d'Appello FIA e fare ricorso. Se andasse in tribunale non gli andrebbe troppo bene, qualcuno gli direbbe che ha mandato un ragazzo incontro a quella che poteva essere la sua morte. Comunque credo che lui abbia gestito male la vicenda, poteva e doveva comportarsi in maniera diversa, doveva presentarsi davanti alla Fia e prendersi le sue responsabilità. La Renault ha poche responsabilità perchè soltanto tre persone sapevano cosa stava succedendo e cosa sarebbe successo".

Un atteggiamento, inspiegabile, paradossale, quello del patron del circus iridato, che può avere solamente due spiegazioni: o la FIA si è resa conto di aver esagerato nei confronti di Briatore e vorrebbe fare dietrofront concedendogli una pena meno esasperata, oppure la Federazione teme che, andando in un tribunale civile, l'ex leader del team Renault possa ottenere un ingente risarcimento e creare dei problemi alla Casa francese che Ecclestone vuole mantenere assolutamente tra le scuderie di punta in una F1 già orfana della BMW. In attesa di capire come evolverà la vicenda, la "gola profonda" della F1, Piquet Jr., incassa le accuse dei suoi ex colleghi. Tra questi, il più duro di tutti è proprio uno dei possibili candidati a sostituire Alonso nei cuori dei tifosi Renault, il polacco Robert Kubica, che ha rilasciato dichiarazioni piuttosto polemiche. "Non mi capacito di come Piquet possa avere goduto di un'immunità totale. Normalmente se uno va dalla Polizia a confessare un omicidio va in galera. Poi può avere delle attenuanti, ma il crimine commesso resta". Gli fa eco Button che afferma: "Non so quanta simpatia si possa avere per un pilota che dice di essere andato a sbattere di proposito".

102 voti Sondaggio

Secondo voi, come finirà?

Briatore farà ricorso e otterrà uno sconto di pena

  
78%

Briatore farà ricorso, ma la sentenza verrà confermata

  
13%

Briatore non farà ricorso

  
7%

 

Autore: Valerio Verdone

Tag: Motorsport


Top