dalla Home

Mercato

pubblicato il 25 settembre 2009

Hyundai Motor Company ha un nuovo stabilimento

Speso un miliardo di euro per produrre 4 modelli Kia e Hyundai

Hyundai Motor Company ha un nuovo stabilimento
Galleria fotografica - Hyundai Motor Company, nuovo stabilimento in EuropaGalleria fotografica - Hyundai Motor Company, nuovo stabilimento in Europa
  • Hyundai Motor Company, nuovo stabilimento in Europa - anteprima 1
  • Hyundai Motor Company, nuovo stabilimento in Europa - anteprima 2
  • Hyundai Motor Company, nuovo stabilimento in Europa - anteprima 3
  • Hyundai Motor Company, nuovo stabilimento in Europa - anteprima 4
  • Hyundai Motor Company, nuovo stabilimento in Europa - anteprima 5
  • Hyundai Motor Company, nuovo stabilimento in Europa - anteprima 6

Hyundai Motor Company accende i motori del suo nuovo stabilimento Hyundai Motor Manufacturing Czech situato a Nošovice, nella Repubblica Ceca, per il quale è stato investito un miliardo di euro e che è in grado di produrre 200mila unità all'anno all'inizio e 300mila dal 2011. Il lavoro sarà organizzato su tre turni impiegando direttamente 2mila persone e altre 4mila indirettamente attraverso i fornitori, ma queste cifre sono destinate a crescere rispettivamente a 3.500 e 7.500 persone entro il 2011 per un totale dunque di 11mila nuovi posti di lavoro.

Quattro saranno i prodotti che ne usciranno: la i30 in versione berlina e station wagon, la nuova Kia Venga e un quarto modello dal 2011. Si tratta dunque di un impianto che servirà entrambi i marchi del gruppo che così rafforza la propria presenza produttiva nel Vecchio Continente che già conta due stabilimenti (uno per ciascun marchio) e uno in Turchia, ma che nel 2011 comprenderà anche il nuovo impianto di San Pietroburgo, in Russia. Attualmente il Gruppo produce 3,4 milioni di veicoli, la metà dei quali lontano dalla Corea del Sud impiegando in totale 75mila persone.

La scelta di Nošovice non è stata certo casuale ed è il risultato di un processo di valutazione iniziato nel 2005 e culminato il 25 aprile 2007 con la posa della prima pietra dopo lavori di smantellamento iniziati nel novembre del 2006 e che hanno interessato un'area di 200 ettari e oltre 1.100 alberi, alcuni alti oltre 20 metri. Quest'ultimi non sono stati abbattuti, ma sistemati altrove in attesa di essere ricollocati nella stessi area una volta che la costruzione fosse conclusa. L'attenzione per l'ambiente è stata curata anche nella logistica collegando direttamente i tre fornitori principali attraverso ponti attrezzati che consentono di fare a meno di 200 trasferimenti su camion ogni giorno.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , Hyundai


Top