dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 23 settembre 2009

Doppia firma di Matteoli per la sicurezza stradale

Le autoscuole verranno riformate e la Pubblica Amministrazione istruita

Doppia firma di Matteoli per la sicurezza stradale

Diffondere la cultura della sicurezza stradale nella Pubblica Amministrazione e migliorare le tecniche di insegnamento presso le autoscuole affinché i ragazzi imparino come si affrontano le situazioni improvvise e pericolose. E' con questi obiettivi che ieri il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, ha firmato due protocolli d'intesa: l'uno con le Poste Italiane e l'altro con l'Aci, la Bmw Italia, la Dorado Centro Internazionale Guida Sicura e la Federazione Motociclista Italiana.

Gli accordi, che rientrano nell'ambito della Campagna per la sicurezza stradale promossa dal Ministero, sono soltanto un primo passo verso un impegno più concreto, ma già adesso prevedono che, nel primo caso, la cultura della sicurezza stradale venga diffusa attraverso progetti di comunicazione, formazione, informazione e addestramento tra il personale di Poste Italiane e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Successivamente lo stesso tipo di campagna informativa sarà esteso ad altre realtà d'impresa e della Pubblica Amministrazione.

Il secondo protocollo firmato dal Ministro Matteoli con il segretario generale dell'ACI, Ascanio Rozera, il direttore della comunicazione della BMW Italia, Gianni Oliosi, l'amministratore unico della Dorado Centro Internazionale Guida Sicura, Andrea de Adamich, e il segretario generale della Federazione Motociclista Italiana, Alberto Rinaldelli, mira invece a creare un gruppo di lavoro - composto da rappresentati di tutti i firmatari - che studierà in che modo migliorare gli attuali corsi di guida. In particolare, si vorrebbe insegnare ai patentandi quali sono le tecniche più adatte per affrontare circostanze particolarmente critiche, o derivanti da situazioni connesse con errori di guida, emergenze, imprevisti o altro. "I morti degli incidenti stradali sono ancora troppi, nonostante le statistiche dell'Istat rilevano una diminuzione. ma non basta - ha detto Matteoli - Dobbiamo evitare questo vero e proprio disastro che ha costo sociali altissimi, oltre 30 miliardi di euro, circa 2 punti di Pil".

Per scaricare il Protocollo d'Intesa con Poste Italiane cliccare qui;
per scaricare il Protocollo d'Intesa con Automobile Club Italia, BMW Italia, Dorado Centro Internazionale Guida Sicura, Federazione Motociclistica Italiana cliccare qui.

Autore:

Tag: Attualità , sicurezza stradale


Top