dalla Home

Motorsport

pubblicato il 22 settembre 2009

F1: Il parere del Presidente ACI sul caso Renault

"Sentenza giusta e rapportata alla gravità del fatto"

F1: Il parere del Presidente ACI sul caso Renault

Non sono mancate le reazioni dopo che la FIA ha emesso il suo verdetto in merito ai fatti di Singapore 2008 e anche Enrico Gelpi, Presidente dell'Automobil Club d'Italia ha espresso un suo giudizio sulla vicenda. "Una sentenza dura ma rapportata alla gravità del fatto, ingiustificabile e fuori da qualsiasi etica - ha commentato - è stata giustamente punita un'inaudita frode sportiva che poteva avere anche gravi conseguenze sull'incolumità del pilota coinvolto, degli altri piloti in corsa, dei commissari e del pubblico".

Sollevato per l'estraneità dei fatti di Alonso, Gelpi ha sottolineato un certo dispiacere per il coinvolgimento di un italiano nell'accaduto, ma nel contempo ha ricordato i meriti di Briatore nelle stagioni precedenti. "Non possiamo dimenticare che Flavio Briatore ha il merito di aver puntato per primo su Michael Schumacher e di aver vinto per tre volte il mondiale con le squadre da lui dirette".

Inoltre, ha espresso il suo disappunto per la F1 di oggi ed ha dichiarato il suo appoggio a Todt, uno dei più autorevoli candidati alla presidenza della FIA. "Questo episodio è comunque sintomo di una F1 che ha perso in alcuni suoi ambiti il senso della misura, finendo per penalizzare costruttori e scuderie di alto valore tecnico-agonistico e di eccellenza mondiale come la Ferrari. La F1 è un ambiente che va quindi assolutamente rivisto per tornare a coniugare positivamente sport, tecnologia, competitività, spettacolo ed attrazione del pubblico con il coinvolgimento di tutti gli attori interessati (Case costruttrici, Scuderie, piloti, organizzatori, FOM e FOTA) sotto l'egida di una FIA forte, autorevole e trasparente. Come ACI stiamo già lavorando a questi obiettivi insieme al candidato presidente Jean Todt, che riteniamo essere la persona giusta per capacità, competenza e professionalità già dimostrate sul campo per guidare la FIA del futuro".

Autore: Valerio Verdone

Tag: Motorsport


Top