dalla Home

Mercato

pubblicato il 21 settembre 2009

Nuovo Gruppo Chrysler: i piani per il futuro

Chrysler sarà il marchio di lusso. I motori Dodge più ecologici, mentre "Jeep is Jeep"

Nuovo Gruppo Chrysler: i piani per il futuro

Il futuro del nuovo Gruppo Chrysler si delinea sempre di più. Il mese di novembre è stato indicato dal nuovo consiglio di amministrazione - tenuto per le redini dall'italiana Fiat - come quello in cui saranno rivelati i nuovi piani aziendali, ma già qualche informazione è trapelata. I tre responsabili dei marchi Chrysler, Jeep e Dodge - rispettivamente Peter Fong, Michael Manley, Michael Accavitti - stanno lavorando per definire le nuove identità dei brand, con l'obiettivo congiunto di offrire al cliente un'ampia scelta di modelli, che copra ogni segmento di mercato.

Per questo, le vetture Chrysler rappresenteranno il lusso all'interno del nuovo Gruppo e i loro listini verranno ritoccati verso l'alto mirando ad un antagonista come Cadillac (Gruppo General Motors). Per rendere ancora più marcata questa identità, l'attuale legame con Dodge verrà spezzato. La parentela che per esempio adesso unisce la Chrysler 300 con la Dodge Charger non esisterà più, perché "le piccole differenze erodono il brand - ha spiegato Accavitti - Attualmente i clienti vogliono differenze più marcate tra un prodotto e l'altro. La nostra missione è quindi quella di separare e amplificare la demarcazione tra Chrysler, Jeep e Dodge".

Per fare questo la Dodge sfrutterà la tecnologia del Gruppo torinese in direzione di una motorizzazione a minor impatto ambientale, "ma non vedrete il DNA di Fiat nel look dei modelli Dodge", ha assicurato Manley. Quello che invece resterà più simile a se stesso è il marchio Jeep. "Jeep is Jeep", ha detto Manley, spiegando che "in questo caso il lavoro di analisi sulle preferenze di mercato dei prossimi dieci anni è più facile". Jeep "è" e resterà l'anima più sportiva della Casa di Detroit e il cambiamento più sostanziale - in questo caso - riguarderà l'efficenza dei motori, che verranno studiati con Fiat per consumare meno.

Autore:

Tag: Mercato


Top