dalla Home

Motorsport

pubblicato il 21 settembre 2009

F1: Flavio Briatore radiato a vita dalla FIA

Singapore Gate, il Team Renault squalificato per due anni con condizionale

F1: Flavio Briatore radiato a vita dalla FIA

La riunione straordinaria di questa mattina del consiglio della FIA ha emesso la sua sentenza. Il consiglio ha preso atto che il team ING Renault F1 ha cospirato con il suo pilota Nelson Piquet Jr per causare volontariamente la sua uscita di pista che ha regalato la matematica vittoria del Gran Premio di Formula 1 di Singapore al compagno di squadra Fernando Alonso, in aperto contrasto con il Codice Internazionale dello Sport e con i regolamenti della F1.

Dopo un'indagine interna, la FIA è arrivata a concludere che Flavio Briatore, Pat Symonds e Nelson Piquet Jr. hanno agito deliberatamente per causare l'incidente e che nessun altro membro della squadra ha avuto questo comportamento. Nel corso del consiglio, da parte propria, il team ING Renault F1 - che non ha posto alcuna eccezione alle accuse rivolte nei suoi confronti, ma anzi, ha partecipato attivamente nell'indagine svolta dalla Federazione - si è pubblicamente assunto le proprie responsabilità, confermando che Briatore e Symonds hanno lasciato la squadra e presentando le proprie scuse formali alla FIA (unitamente a quelle presentate da Nelson Piquet Jr) assumendosi l'onere delle spese sostenute per la realizzazione dell'indagine. Renault, dal canto suo, ha offerto il proprio contributo significativo nelle prossime campagne organizzate dalla FIA in tema di sicurezza stradale.

Il consiglio mondiale del Motor Sport ha così inflitto due anni di squalifica (fino alla fine del 2011) alla Renault. La condanna vale, tuttavia, con la condizionale, nel senso che sarà effettivamente resa attiva solo se in questo lasso di tempo la squadra si renderà responsabile di un fatto di pari gravità.

Flavio Briatore è stato radiato a vita da ogni campionato, trofeo, gara, serie. Non potrà entrare in qualsiasi area posta sotto la giurisdizione della FIA, essere dipendente di qualsiasi squadra sportiva, essere il manager di qualsiasi pilota professionista, nemmeno per interposta persona. La FIA, in questo modo ha inteso punire nel modo più severo possibile non solo l'azione messa in campo dall'ex Direttore Sportivo del Team Renaul di F1, ma anche quello che viene giudicato come un comportamento inqualificabile, ovvero il suo persistere a proclamarsi estraneo ai fatti.

Un po' più morbida la condanna per Pat Symonds, che ammesso la propria responsabilità definendo "vergognoso" quanto accaduto. L'ex capo degli ingegneri del team è stato interdetto da qualsiasi manifestazione per un periodo di cinque anni. La Fia ha infine sentenziato l'immunità di Nelson Piquet Junior da sanzioni individuali nell'ambito del Codice dello Sport in relazione all'incidente di Singapore in considerazione delle sue dichiarazioni spontanee.

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Motorsport , Renault


Top