dalla Home

Novità

pubblicato il 4 novembre 2009

Toyota Land Cruiser restyling

La quarta generazione punta ancor più su comfort e tecnologia

Toyota Land Cruiser restyling
Galleria fotografica - Toyota Land Cruiser restylingGalleria fotografica - Toyota Land Cruiser restyling
  • Toyota Land Cruiser restyling - anteprima 1
  • Toyota Land Cruiser restyling - anteprima 2
  • Toyota Land Cruiser restyling - anteprima 3
  • Toyota Land Cruiser restyling - anteprima 4
  • Toyota Land Cruiser restyling - anteprima 5
  • Toyota Land Cruiser restyling - anteprima 6

Rinnovare un mezzo noto e apprezzato come il Land Cruiser di Toyota non è compito facile per nessun team di ingegneri e responsabili di marketing, tanto meno se si tratta, come in questo caso, di un fuoristrada con doti stradali che ha visto negli anni aumentare il numero di concorrenti diretti. SUV e crossover dell'ultima generazione hanno intaccato una superiorità che derivava al Land Cruiser da un percorso evolutivo lungo e articolato, passato attraverso la moda dei "fuoristrada da città" e da sempre legato al principio della off-road robusta, inarrestabile e comfortevole. Con 60 anni di storia e tre generazioni alle spalle, la nuova Land Cruiser 150 si propone sul mercato in una veste appena aggiornata esteticamente e arricchita dal punto di vista dei contenuti tecnici, dell'efficienza e della sicurezza. L'offerta si basa sempre sulle due versioni a 3 e 5 porte (7posti), tutte dotate di trazione integrale permanente e motore diesel di 3 litri e 173 CV. I prezzi oscillano fra 41.200 e 61.200 euro, a seconda delle versioni e degli allestimenti.

AVANTI LE NOVITA'
La quarta serie Land Cruiser si chiama 150 e porta in dote quanto di buono espresso dalla "serie 120" del 2002, aggiornando l'idea del fuoristrada grande e robusto secondo le esigenze della moderna mobilità. Le novità più in evidenza, come accade quasi sempre nei restyling, riguarda alcuni elementi del frontale come ilparaurti più grande con fendinebbia integrati, la griglia a barre verticali e i gruppi ottici dalle dimensioni maggiorate. Osservandola di lato si possono apprezzare lo spostamento in avanti di 65 mm dell'abitacolo, la linea di cintura rialzata di 20 mm e gli sbalzi ridotti in modo da migliorare gli angoli d'attacco. In coda trovano posto nuovi fari aLED , il portellone con cardine laterale e gradino inferiore, lunotto apribile e spoiler sul tetto. I cerchi sono dei 18" a cinque raggi gemellati. Rispetto al Land Cruiser precedente l'altezza da terra è stata abbassata di20 e 30 mm (5 e 3 porte), fattore che unito ad alcuni affinamenti aerodinamici ha permesso di far scendere il Cx da 0,37 a 0,35 . Le misure esterne sono cambiate di poco rispetto alla serie 120, con la 5 porte più lunga di 45 mm e più larga di 10 mm, esattamente come la 3 porte, che però è più corta di 90 mm per via dell'assenza della ruota di scorta posteriore. Il passo è rimasto invariato (2.450 mm la 3p e 2.790 mm la 5p), così come gli angoli caratteristici d'attacco, d'uscita e di dosso (32, 25 e 22 gradi per la 5p).

Gli interni hanno subito un lavoro di revisione che prevede il nuovo design del cruscotto con strumenti illuminati in bianco, schermo multi-funzione TFT da 4,2" e un sedile del guidatore con numerose regolazioni elettriche. I modelli cinque porte (7 posti) hanno ora di serie il ripiegamento completo della terza fila di sedili e una nuova configurazione di divisione/ripiegamento40:20:40 per gli schienali della seconda fila. Il sedile dietro al passeggero anteriore presenta anche la nuova funzione "walk-in" che facilita l'ingresso a bordo, stesso dispositivo previsto sul sedile passeggero della 3 porte.

3.0 LITRI D-4D
L'unità a gasolio 3.0 D4-D è un quattro cilindri 16 valvole common rail da 2.982 cc che sviluppa 173 CV a 3.400 giri/min e 410 Nm da 1.600 a 2.800 giri/min e che garantisce a Land Cruiser un'accelerazione 0-100 km/h in 14,5 secondi e una velocità massima di 175 km/h (5 porte, manuale). Gli affinamenti al propulsore prevedono l'adozione di due alberi equilibratori controrotanti, di un impianto di scarico più leggero e di un bypass EGR che permette di mantenere a livelli ottimali la temperatura della camera di combustione, riducendo le emissioni. Il risultato è un consumo combinato di 8,1 l/100km (5p, automatico) ed emissioni di CO2 ridotte a 214 g/km (-12%). Per la trasmissione si può scegliere fra un cambio manuale a 6 marce e un automatico sequenziale a 5 rapporti. Il cambio manuale porta in dote anche l'utile indicatore di cambiata ottimale all'interno del contagiri, mentre l'automatico presenta un comando per l'utilizzo in modalità manuale, il controllo Lock-up Flex, il controllo ad intelligenza artificiale (AI)-SHIFT e l'indicatore Eco Driving, tutti dispositivi che permettono a Land Cruiser automatica di ottenere i suoi migliori risultati in fatto di consumi. La trazione integrale permamente con differenziale a slittamento limitato Torsen provvede a distribuire la coppia in proporzione 40:60 fra avantreno e retrotreno in condizioni normali, fino ad arrivare a 50:50 o 30:70 a seconda delle necessità e delle condizioni di aderenza. Le marce ridotte possono essere selezionate attraverso un interruttore sulla console centrale.

Sotto la carrozzeria c'è sempre il robusto telaio a longheroni, irrigidito dell'11% e ancora più mirato alle più severe condizioni di utilizzo in fuoristrada. Anche lo schema delle sospensioni è stato rivisto e non rivoluzionato, prevedendo all'anteriore elementi indipendenti a braccio oscillante e una sospensione rigida a quattro punti d'attacco al retrotreno. Molle e assorbitori d'impatto sono stati maggiorati nelle dimensioni e il rapporto di sterzata è stato modificato per offrire più stabilità. A richiesta è possibile montare il Kinetic Dynamic Suspension System (KDSS) che, attraverso una serie di stabilizzatori idraulici a controllo elettronico, distribuiscono il carico alle ruote in modo che l'assetto mantenga costante il livello di comfort, agilità e handling. Per chi vuole il massimo dal comportamento stradale e off-road del Land Cruiser è disponibile anche ilsistema di sospensione adattiva variabile (AVS) che permette di regolare l'assetto sui livelli Normal, Comfort e Sport. Il sistema provvede a regolare in maniera automatica il controllo del rollio, e l'anti-affondamento sui due assi. Dedicata a chi viaggia spesso a pieno carico è lasospensione pneumatica posteriore modulata elettronicamente , utile per regolare su tre livelli e mantenere costante l'altezza della coda, indipendentemente dal numero dei passeggeri o dai bagagli imbarcati. il servosterzo ha ora ilcontrollo variabile del flusso (VFC) che migliora la reattività del comando riducendo la potenza assorbita.

SICUREZZA
A livello di protezione degli occupanti il nuovo Land Cruiser 150 spicca per una serie di dotazioni che promettono di offrire un grosso contributo sia per la sicurezza attiva che quella passiva, su strada e in fuoristrada. La scocca utilizza lamiere riprogettate per una deformazione controllata in caso d'impatto, il frontale è stato migliorato per la protezione dei pedoni, mentre l'abitacolo è equipaggiato di serie con 7 airbag e sedili anteriori con poggiatesta attivi. Di serie sulla 5 porte sono i fari allo xeno adattivi (HID+AFS). Il controllo della frenata agisce su nuovi dischi ventilati da 388 mm davanti e 312 mm dietro, con i controlli di stabilità e trazione (A-TRC) che vanno a completare il quadro assieme all'ABS Multi-terrain e al controllo dell'assistente per la partenza in salita.

TECNOLOGIA UTILE
Fra i sistemi evoluti previsti su Land Cruiser spicca il Multi-terrain Select (MTS), un dispositivo che modifica in modo automatico i sistemi di controllo dell'accelerazione, della frenata e della trazione del veicolo, adattandoli alle condizioni off-road. La scelta del guidatore è fra le quattro modalità Mud & Sand, Loose Rock, Mogul e Rock che provvedono a regolano la trazione rispettivamente su fango e sabbia, pietrisco, cunette e massi. Il Crawl Control è in grado invece di guidare il veicolo nelle salite o nelle discese a passo d'uomo o di liberare automaticamente il veicolo bloccato. Entrambi i sistemi utilizzano l'Off-road Monitor che mostra le immagini di quattro telecamere esterne sullo schermo multi-informazione da 4.2" (da 7" con navigatore), segnala la presenza di ostacoli in manovra e descrive la traiettoria futura del veicolo in base alla posizione delle ruote.


PREZZI E DOTAZIONI
Il nuovo Land Cruiser è disponibile in 6 diversi modelli, caratterizzati da due livelli di equipaggiamento, standard ed Executive. Il modello di partenza è il Land Cruiser 3p con cambio manuale, venduto a 41.200 euro. Con 3.500 euro in più si acquista la stessa vettura con cambio automatico, mentre la 3p Executive costa 48.200 euro e offre in più tetto apribile elettrico e sedili in pelle. La carrozzeria a5 porte e passo lungo ha un prezzo d'ingresso di 47.800 euro, che diventano 51.300 con cambio automatico. La 5 porte Executive Plus rappresenta il top della gamma Land Cruiser a 61.200 euro , con fari allo xeno, sospensione adattiva variabile (AVS), servosterzo VFC, clima automatico tri-zona, finiture in pelle, impianto audio Premium con 14 altoparlanti e tetto apribile. Fra gli equipaggiamenti a richiesta si segnalano il navigatore satellitare con hard disk da 40 GB e 12 altoparlanti (2.750 euro per la 3p), con 14 speaker JBL (3.750 euro sulla 5p), la vernice metallizzata a 800 euro e quella perlata a 1.200 euro.

Scegli Versione

Autore:

Tag: Novità , Toyota


Top