dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 15 settembre 2009

MINI Roadster Concept

Il cielo ha due posti secchi!

MINI Roadster Concept
Galleria fotografica - MINI Roadster ConceptGalleria fotografica - MINI Roadster Concept
  • MINI Roadster Concept - anteprima 1
  • MINI Roadster Concept - anteprima 2
  • MINI Roadster Concept - anteprima 3
  • MINI Roadster Concept - anteprima 4
  • MINI Roadster Concept - anteprima 5
  • MINI Roadster Concept - anteprima 6

La ricerca di un piacere essenziale e l'aspirazione a proporre un'auto a due posti che susciti la massima emozione nella guida sono i criteri che hanno guidato la mano dei progettisti per la realizzazione della MINI Roadster Concept. La sfiziosa anglo-tedesca mostra al Salone di Francoforte un'altra sfaccettatura del suo carattere e propone una show car che punta tutto sull'agilità, il dinamismo e il piacere di guida a cielo aperto. Per rispettare la strategia del "MINIMALISM" che intende coniugare potenza ed efficienza, il motore scelto è il 1.6 turbo da 175 CV e 240 Nm della Cooper S.

In occasione dei 50 anni Mini la Roadster Concept rilancia l'idea di una compatta pensata per trasformare ogni viaggio in una esperienza emozionante, andando a reinterpretare il concetto della vettura aperta e minimale. Le misure di 3.714, 1.683 e 1.356 millimetri risultano uguali a quelle della MINI Cabrio tranne che per l'altezza, ridotta di 54 millimetri. Partendo dal frontale, le differenze rispetto alla MINI Cabrio cominciano proprio dal parabrezza corto e inclinato e continuano nella piccola capote in tela e, soprattutto, nel corto cofano posteriore con il bagagliaio separato dall'abitacolo. Per la Roadster Concept come per la MINI Coupé Concept la scocca ha quindi una forma a tre volumi, come si può ben apprezzare dall'immagine con cofano posteriore aperto.

Il frontale è reso più aggressivo grazie alla nuova minigonna anteriore larga, sottolineato dalla griglia cromata del radiatore in stile Cooper S e dalle lamelle della calandra in tinta con la carrozzeria. La capote in tela ad apertura manuale ha dimensioni compatte, quasi essenziali, giusto in caso di temporale improvviso! In questo modo si risparmia il peso del meccanismo elettrico e lo spazio di chiusura posteriore, limitato ad un piccolo vano superiore che non ostacola la presenza del sistema di carico passante tra abitacolo e bagagliaio. Come sulla MINI Cabrio i due roll-bar ospitati dietro i poggiatesta hanno la fuoriuscita automatica in 150 millisecondi in caso di ribaltamento.

Il cockpit e tutto l'abitacolo della MINI Roadster Concept esaltano quanto già visto sulle altre MINI, con un display multifunzionale che mostra anche conteggia in minuti il tempo di guida a cielo aperto (Always Open Timer) e il Nature Guard che comunica in maniera istantanea al conducente il livello di efficienza della guida. Il Center Speedo offre invece le funzioni di strumento tradizionale, l'impianto audio e le funzioni di entertainment e di navigazione.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Mini


Top