dalla Home

Motorsport

pubblicato il 16 settembre 2009

F1 2009: il mondiale si gioca in casa Brawn GP

Sia il titolo costruttori che quello piloti sono sempre più vicini

F1 2009: il mondiale si gioca in casa Brawn GP

Mancano quattro gare alla fine della stagione di F1 più travagliata degli ultimi anni e tra rivoluzioni regolamentari, lotte politiche e scandali presunti, una cosa è chiara: il 2009 è l'anno della Brawn GP. Una scuderia che sembrava destinata a riempire la griglia di una F1 dominata dai grandi costruttori e che ha invece ha dominato, stupito ed ora si appresta a capitalizzare il lavoro svolto sino ad ora.

Certo, che Ross Brawn fosse una persona determinata lo sapevano tutti nell'ambiente, ma nessuno si sarebbe aspettato un exploit del genere con una scuderia all'esordio. I maligni diranno che la Brawn GP è stata aiutata dalla Federazione per la storia dell'estrattore con il buco, ma anche dopo l'evoluzione aerodinamica delle altre monoposto la situazione non è cambiata e, dopo qualche GP in flessione, la scuderia inglese è tornata a brillare con Barrichello. Adesso, il titolo costruttori, con 40,5 punti di vantaggio sulla Red Bull appare come una formalità, mentre quello piloti è sempre di più una lotta interna tra Barrichello e Button (distanziati solamente di 14 punti) e a quanto pare non ci saranno ordini di scuderia nelle ultime gare.

"Tutto è ancora apertissimo - ha spiegato Ross Brawn - Rubens non ha nulla da perdere, dunque può permettersi di essere più aggressivo, mentre Jenson pensa più a mantenere un passo regolare e a fare punti. È normale che sia così". Speriamo solamente che il cambio di Barrichello, leggermente difettoso a Monza, non dia problemi al brasiliano nei prossimi GP in modo che il confronto sia equo fino alla fine.

Autore: Valerio Verdone

Tag: Motorsport , formula 1 , piloti


Top