dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 10 settembre 2009

Mercedes Vision S 500 Plug-in HYBRID

Il futuro delle grandi berline di lusso? L'ibrida da 3,2 l/100 km

Mercedes Vision S 500 Plug-in HYBRID
Galleria fotografica - Mercedes Vision S 500 Plug-in HYBRIDGalleria fotografica - Mercedes Vision S 500 Plug-in HYBRID
  • Mercedes Vision S 500 Plug-in HYBRID - anteprima 1
  • Mercedes Vision S 500 Plug-in HYBRID - anteprima 2
  • Mercedes Vision S 500 Plug-in HYBRID - anteprima 3
  • Mercedes Vision S 500 Plug-in HYBRID - anteprima 4
  • Mercedes Vision S 500 Plug-in HYBRID - anteprima 5
  • Mercedes Vision S 500 Plug-in HYBRID - anteprima 6

Il downsizing e la totale fiducia nella tecnologia ibrida sono le basi della Mercedes Vision S 500 Plug-in HYBRID, vettura sperimentale presentata da Mercedes-Benz al Salone di Francoforte. Il sistema propulsivo è un ibrido modulare che sulla base della rinnovata Classe S abbina ad un motore a benzina di 3,5 litri un motore elettrico da 60 CV che da solo può garantire una autonomia di 30 chilometri. Il modulo ibrido è alimentato da un pacco batterie agli ioni di litio da ben 10 kWh, ricaricabile anche attraverso una normale presa domestica nel giro di 4 ore e mezza.

La combinazione di motore termico ed elettrico è gestita attraverso una logica che può consentire alternativamente la trazione puramente elettrica con brevi interventi del 6 cilindri o, alternativamente, la tradizionale propulsione a benzina con "boosting" elettrico nelle fasi di maggiore accelerazione. Il risultato, almeno in questo prototipo sperimentale, è una berlina di lusso che con i suoi comfort e tutti i più evoluti sistemi di sicurezza è in grado di raggiungere i 250 km/h, accelerare da 0 a 100 in 5,5 secondi, ma soprattutto consumare solo 3,2 litri di benzina per 100 chilometri ed emettere 74 g/km di CO2.

Il segreto di questi consumi (ed emissioni) inferiori a quelli di un'utilitaria diesel sta proprio nel modulo ibrido che viene di volta in volta accoppiato e disaccoppiato al motore a combustione attraverso una frizione supplementare integrata nel cambio automatico 7G-TRONIC. A differenza di quanto accade sulla S 400 HYBRID di recente presentazione, le batterie hanno prestazioni molto maggiori per poter sostenere la trazione elettrica ed essere ricaricate esternamente anziché dal solo caricatore di bordo che recupera energia in fase di frenata. La batteria ha quindi dimensioni e pesi (130 chili) importanti che trovano collocazione nel bagagliaio, sotto il piano di carico. Quando è possibile collegarsi ad una presa elettrica con capacità di 20 kW la ricarica completa della batteria si conclude in un'ora.

Nonostante i 215 chilogrammi complessivi delle varie componenti elettriche, comprensive di motore, batterie, convertitore di corrente e trasformatore raffreddato a liquido, la sperimentale Vision S 500 Plug-in HYBRID prefigura quindi un futuro in cui l'evoluzione della tecnologia in fatto di accumulatori permetterà di viaggiare su comode vetture ibride a carica esterna, sicure come e più di quelle odierne, con cilindrate ridotte e soprattutto grandemente più efficienti dal punto di vista energetico e ambientale.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Mercedes-Benz , auto ibride


Top