dalla Home

Motorsport

pubblicato il 7 settembre 2009

F1: prime parole ufficiali di Fisichella

"Non ci credevo, pensavo fosse un sogno"

F1: prime parole ufficiali di Fisichella

Inizia la settimana più calda dell'anno per Giancarlo Fisichella, quella che porta al GP di Monza e che lo vede protagonista al volante della Ferrari. "Ho iniziato la mia carriera con la Minardi nel 1996 - ha spiegato ai microfoni di Sky - e sono andato avanti fino ad oggi. Dopo 14 anni, nel momento in cui avevo abbandonato il sogno Ferrari mi trovo ad essere uno dei componenti della squadra e ad essere uno dei piloti ufficiali nel GP di Monza ed è un orgoglio fantastico per me. Ringrazio in primis il Presidente Montezemolo, che ha voluto fare questa scelta, Stefano Domenicali e tutti gli altri componenti della squadra. Cercherò di dare il massimo, sono sicuro di poter far bene e ce la metterò tutta".

Parole che non tradiscono un'emozione del tutto particolare e una sensazione, mista di soddisfazione ed euforia, che alberga nello sguardo felice di "Fisico". "Il mio primo contatto c'è stato mercoledì scorso e lì, nonostante le speculazioni sull'argomento, ci ho sperato veramente tanto. Ci ho pensato tutta la notte, poi giovedì, quando è arrivata la conferma non ci credevo, pensavo fosse un sogno". Un sogno condiviso subito con il papà che attendeva la notizia trepidante. "La prima persona a cui ho telefonato è stato mio padre che è il mio primo tifoso e aspettava impaziente".

Adesso la "freccia del tiburtino" avrà a disposizione 5 gare per dimostrare tutto il suo valore sulla F60 e sperare di guidare la Ferrari anche il prossimo anno se il regolamento permetterà di schierare tre monoposto. "Per le 5 gare che rimangono spero, con la mia esperienza e la mia costanza in gara, di riuscire a fare più punti possibili insieme a Kimi per cercare di arrivare terzi nel mondiale costruttori".

Intanto, c'è Monza da affrontare e sarà il primo esame in "rosso" per Fisichella. "Monza è un circuito che conosco bene e che ti lascia il tempo di pensare nei lunghi rettilinei prima di affrontare le staccate". Proprio quello che ci vuole per stabilire il giusto feeling con il kers e con il complesso volante della F60.

Autore: Valerio Verdone

Tag: Motorsport , Ferrari , formula 1 , piloti


Top