dalla Home

Curiosità

pubblicato il 4 settembre 2009

La lancia di Lancia alla Mostra d'Arte Cinematografica di Venezia

1120 cavalli accompagnano le star

La lancia di Lancia alla Mostra d'Arte Cinematografica di Venezia
Galleria fotografica - Il  Lancia Café alla 66. Mostra d’Arte Cinematografica a VeneziaGalleria fotografica - Il  Lancia Café alla 66. Mostra d’Arte Cinematografica a Venezia
  • Il  Lancia Café alla 66. Mostra d’Arte Cinematografica a Venezia - anteprima 1
  • Il  Lancia Café alla 66. Mostra d’Arte Cinematografica a Venezia - anteprima 2
  • Il  Lancia Café alla 66. Mostra d’Arte Cinematografica a Venezia - anteprima 3
  • Il  Lancia Café alla 66. Mostra d’Arte Cinematografica a Venezia - anteprima 4
  • Il  Lancia Café alla 66. Mostra d’Arte Cinematografica a Venezia - anteprima 5
  • Il  Lancia Café alla 66. Mostra d’Arte Cinematografica a Venezia - anteprima 6

Non solo auto. Alla 66esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, la Lancia, che per il quarto anno consecutivo è main sponsor dell'evento, ha fornito, oltre ad una flotta di 50 vetture - di cui ben 30 sono Delta Executive - un veliero unico: il lancia. Sarà questa esclusiva imbarcazione di lusso, presentata oggi pomeriggio presso il Lancia Café - lo spazio d'incontro allestito sulla terrazza dell'Hotel Excelsior al Lido di Venezia - che trasferirà le star del cinema in laguna.

Il progetto, che avevamo anticipato a maggio, è stato sviluppato da quattro aziende italiane, ciascuna leader nel proprio settore: la Sacs, che produce mezzi pneumatici di lusso; la FPT, società del Gruppo Fiat che costruisce motori "best in class"; la Martini e la Lancia. Ma chi crede che il legame tra il marchio automobilistico italiano e il mare sia una novità o una forzatura dovrà ricredersi, perché risale a molti anni fa e riguarda sia le imbarcazioni a motore che quelle a vela. Erano gli Anni '20 quando Vincenzo Lancia, il fondatore dell'omonima azienda, si ispirò all'ossatura degli scafi per progettare la scocca portante della Lancia Lambda. E se il legame tra i due diversi modi di vivere la velocità si generò fin dall'inizio, negli anni si rafforzò con la creazione di una vera e propria classe di motoscafi da corsa: la Classe Flaminia degli Anni '60.

Da quella data fino ai giorni nostri, in cui l'ultima nata - la Lancia Delta - è oggetto di un concorso avviato con la rivista Yacht Design in cui cinque prestigiosi studi di design nautico italiani sono stati chiamati a reinterpretare secondo gli stilemi "marini" la vettura, i progetti realizzati sono stati tanti. Da ultimo questo grande coupè sportivo, che verrà presentato al pubblico a ottobre in occasione del Salone Nautico di Genova. Firmata da uno dei più apprezzati designer navali, Christian Grande, la lancia di Lancia è un mezzo unico, realizzato con processi industriali e allestito con cura artigianale. Lo scafo di vetroresina è costruito su stampi prodotti da frese robotizzate, ma l'assemblaggio di ogni componente è effettuato completamente a mano per rendere possibile la personalizzazione del modello.

Lo scafo, lungo 13,10 metri e largo 3,83 metri, è spinto da due unità motrici Fiat Powertrain Technologies N67-560 che sprigionano la potenza di 1120 cavalli. Il serbatoio del carburante ha una capacità di ben 1.000 litri per fornire l'autonomia sufficiente a compiere lunghe traversate e le andature di crociera spaziano in un range compreso tra 15 e 45 nodi, mentre la velocità massima in assetto ideale raggiunge i 55 nodi. A bordo possono essere trasportate 11 persone e la cuccetta sottocoperta è per due.

Galleria fotografica - La lancia di LanciaGalleria fotografica - La lancia di Lancia
  • La lancia di Lancia - anteprima 1
  • La lancia di Lancia - anteprima 2
  • La lancia di Lancia - anteprima 3
  • La lancia di Lancia - anteprima 4
  • La lancia di Lancia - anteprima 5
  • La lancia di Lancia - anteprima 6

Autore:

Tag: Curiosità , Lancia


Top