dalla Home

Mercato

pubblicato il 4 settembre 2009

GM sarebbe pronta a salvare Opel

Si fa più concreta l'ipotesi di un investimento da 1 miliardo di dollari

GM sarebbe pronta a salvare Opel

La General Motors sarebbe pronta ad investire un miliardo di dollari nella Opel. E' questo che ha scritto ieri il "Wall Street Journal", rafforzando l'ipotesi secondo cui la Casa di Detroit ci avrebbe ripensato e vorrebbe salvare la sua controllata in Europa. In ballo ci sono i delicati equilibri internazionali. Se prima la vendita del marchio con base in Germania era necessaria per via del fallimento, adesso che il Colosso americano è uscito in tempi record dalla bancarotta lo scenario è cambiato. L'opposizione della Casa Bianca a salvare la Opel e con essa i posti di lavoro in Europa pare non ci sia più. Washington, che con i fondi pubblici ha risollevato GM, si rende conto che vendere Opel significa per la Casa automobilistica americana perdere una base in Europa e dover condividere con altre società le proprie licenze e i segreti industriali.

Inoltre, se è vero che la Germania ha più volte ribadito di preferire l'offerta di Magna - nonostante il rilancio della belga Rhj International, preferita degli americani - e Angela Merkel non intenda aiutare economicamente la General Motors a tenersi la Opel, un aiuto da un miliardo di euro potrebbe arrivare da Spagna, Gran Bretagna e Polonia, Paesi in cui Opel ha operazioni in corso.

Intanto il governo tedesco si aspetta che GM prenda una "decisione fondamentale" la prossima settimana, quando l'8 e il 9 settembre il consiglio di amministrazione si riunirà. Ma secondo alcuni osservatori, GM ha tutta l'intenzione di ritardare i tempi per la cessione di Opel perché spera che alle elezioni legislative del 27 settembre in Germania il cancelliere Angela Merkel perda consenso e, di conseguenza, ritiri il suo sostegno all'offerta di Magna.

Autore:

Tag: Mercato , General Motors


Top