dalla Home

Attualità

pubblicato il 1 settembre 2009

Ministro VS Ministro

Tolleranza Zero e Salerno-Reggio Calabria: la maggioranza si spacca

Ministro VS Ministro

Per combattere gli incidenti stradali è necessaria la Tolleranza Zero, anzi no. I pareri su questo delicato argomento che coinvolge migliaia di automobilisti sono diversi, addirittura nella maggioranza. La dimostrazione è arrivata ieri, quando è scoppiata la polemica "Zaia". Il "No all'atteggiamento proibizionistico di chi chiede tolleranza zero sulle strade, abbassando ancora i limiti del tasso alcolemico per chi guida" espresso dal Ministro all'Agricoltura si è scontrato con il parere di autorevoli "colleghi" come Maurizio Sacconi, Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, o Roberto Maroni, Ministro dell'Interno, entrambi sostenitori del "chi guida non beve". Ed oggi il botta e risposta tra le alte cariche dello Stato su argomenti vicini all'automobilismo si è ripetuto.

Al centro della discussione stavolta c'è finita la Salerno-Reggio Calabria, dove "i disservizi, nonostante i lavori in corso, sono superiori al tollerabile. Ci sono due modelli di lavori pubblici: quelli in corso in Abruzzo sotto la regia di Berlusconi con concretezza e rapidità; e il modello Ciucci, che ignora la rapidità. Il capo dell'Anas ha più incarichi che virtù. Non ha tempo per visitare i cantieri. Dovrebbe prendere esempio da Berlusconi''. Un'amara dichiarazione che certo non è arrivata dall'opposizione - visto il paragone - ma dal presidente del gruppo Pdl al Senato, Maurizio Gasparri.

La reazione di Altero Matteoli, Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti vicino allo stesso Pdl, è stata immediata. "Di meglio si può sempre fare e ci proveremo, ma per i miracoli non siamo attrezzati", si legge in una nota ufficiale, in cui si conferma che l'opera verrà ultimata nel 2013 e si specifica che "non tutti gli interventi infrastrutturali, come è evidente, presentano le stesse caratteristiche e quindi le medesime difficoltà di realizzazione. Quelli in corso sulla Salerno - Reggio Calabria non sono paragonabili ad altri interventi e procedono secondo il crono programma nonostante le serie difficoltà orografiche e ambientali che le imprese stanno incontrando".

"Grazie all'intervento deciso del governo i lavori non si sono interrotti e proseguono - ha aggiunto il Ministro - Dei circa 440 chilometri di autostrada da ammodernare, ne sono stati già completati oltre 190 e nelle prossime settimane saranno terminati altri lotti. Non credo, quindi, possano essere addebitati all'Anas o alle imprese che sono impegnate sull'asse autostradale i disservizi per gli automobilisti, quest'anno registratisi certamente in misura minore rispetto agli anni scorsi".

Autore:

Tag: Attualità


Top