dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 31 agosto 2009

Toyota e Hino contro la guida in stato d'ebbrezza

Tasso alcolico elevato? Il veicolo non parte

Toyota e Hino contro la guida in stato d'ebbrezza

In Giappone Toyota e Hino stanno sperimentando un inedito dispositivo montato su una serie di autocarri appartenenti a flotte di società di trasporti. L'apparecchio in questione è studiato per rilevare il tasso alcolemico del guidatore del veicolo attraverso l'analisi dell'alito e registrarlo automaticamente sul tachigrafo digitale di bordo. Quando (prima o dopo il turno di guida) si evidenzia un tasso eccessivo di alcool nel sangue dell'autista, il sistema provvede a bloccare l'accensione del veicolo o limitarsi ad allertare il conducente se il livello è vicino al limite di legge.

La prima fase di sperimentazione dello strumento portatile, che ha le dimensioni di un telecomando, si svolge nell'arco di tre mesi dal 1 settembre al 30 novembre 2009 e dovrebbe permettere ai responsabili delle flotte aziendali di monitorare in tempo reale la sobrietà dei propri autisti, riducendo in modo drastico il numero di incidenti causati da guida in stato d'ebbrezza. In caso di necessità la centrale operativa sarà in grado di autorizzare da remoto l'accensione del mezzo di trasporto, magari dopo un congruo tempo di attesa. Per evitare usi fraudolenti del rilevatore si è provveduto anche ad abbinare una fotocamera digitale al dispositivo, in modo che ad ogni controllo alcolemico sia associata la foto del guidatore.

Anche il Ministero dei Trasporti giapponese sta svolgendo test indipendenti sullo stesso strumento applicato ad un veicolo concesso in leasing da Toyota, per saggiare l'affidabilità e la praticità dell'apparecchiatura nell'utilizzo quotidiano. Non è da escludere che un esito positivo di questi esperimenti possa in un prossimo futuro aprire la strada ad una tecnologia simile applicata alle vetture di produzione.

Autore:

Tag: Curiosità , Toyota , sicurezza stradale


Top