dalla Home

Attualità

pubblicato il 20 agosto 2009

Alcol test: aumentano i controlli fra i giovani

I primi dati dal Rapporto “Gli Italiani e l’auto” ACI-Censis

Alcol test: aumentano i controlli fra i giovani

L'estate 2009 porta un buona notizia in tema di sicurezza stradale e in particolare alla prevenzione alla guida in stato di ebbrezza che ancora troppo spesso e causa di drammatici incidenti stradali, spesso mortali. Secondo un anticipazione del Rapporto "Gli Italiani e l'auto" che l'ACI presenterà a settembre con il Censis, la percentuale degli automobilisti italiani che hanno dichiarato d essere stati sottoposti a test alcolemico è aumentata del 2,4% in un anno (11,4 contro il 9% del 2008).

Il numero di controlli anti-alcol è cresciuto in particolare tra i giovani: l'attenzione delle Forze dell'Ordine si è infatti concentrata sugli automobilisti tra i 18 e i 29 anni di età: il 18% dei ragazzi è stato sottoposto almeno a un controllo, contro il 7,2% dei 45-69enni.

Il sondaggio ACI-Censis evidenza inoltre come per debellare la piaga degli incidenti stradali imputabili all'alcol, gli italiani siano favorevoli all'introduzione di sanzioni più severe (il 45% degli intervestati si sono dichiarati daccordo) e al divieto assoluto di mettersi alla guida dopo aver bevuto (19,8%). Il 14,5% degli under30, inoltre, evidenzia l'importanza dei servizi di trasporto collettivo all'uscita dei locali di intrattenimento.

"Questi dati - dichiara il presidente dell'ACI, Enrico Gelpi - ci spingono a intensificare l'impegno educativo a favore del principio che chi guida non beve e per la promozione della figura del guidatore designato. La scelta di non bere per riaccompagnare gli amici a casa sta entrando nelle abitudini degli automobilisti italiani. L'aumento dei controlli sulle strade e l'introduzione di nuove sanzioni stanno inoltre favorendo la consapevolezza che ogni comportamento scorretto potrà essere rilevato e giustamente punito".

Autore: Redazione

Tag: Attualità


Top