dalla Home

Mercato

pubblicato il 30 luglio 2009

Mercedes: conti ancora in rosso

Stoccarda perde 1,06 miliardi di euro nel secondo quarto, ma migliora nell’operatività

Mercedes: conti ancora in rosso

Daimler chiude il secondo quarto del 2009 con una perdita netta di 1,06 miliardi di euro, un calo del fatturato del 27% e del 31% nelle vendite, ma guarda al futuro con moderato ottimismo alla luce dei miglioramenti operativi e dei riassetti del business dopo la separazione definitiva da Chrysler e un'ulteriore presa di distanze da Mitsubishi.

Ci sono inoltre segni di miglioramento rispetto al primo quarto dove la perdita netta era stata superiore (1,42 miliardi di euro) per non parlare del risultato del secondo quarto 2008 che era stato di 1,39 miliardi in attivo. Tuttavia pesa un EBIT (risultato prima degli oneri finanziari) di oltre 1 miliardo in perdita rispetto ai 2,06 in attivo dello stesso periodo dello scorso anno. Anche qui la "colpa" è in buona parte di Chrysler poiché nell'accordo di uscita dalla partecipazione, Daimler si è impegnata a versare 3 pagamenti da 200 milioni di dollari l'uno al fondo pensioni della cassa del marchio ora entrato invece nell'orbita di Fiat. Questi e altri oneri straordinari non appesantiranno ulteriormente il bilancio del gruppo di Stoccarda che registra anche un aumento della liquidità di cassa dai 3,6 miliardi del primo quarto ai 4,7 del secondo.

Pesa invece il calo di quasi un terzo per le vendite. Anche in questo caso, occorre dire però che il ramo auto perde meno (-19%) e con 287.200 unità migliora del 24% i volumi rispetto al primo quarto. I ricavi calano comunque del 18% e la perdita prima degli oneri finanziari è di 340 milioni di euro a causa soprattutto della situazione di mercato nel NAFTA e in Europa.

Meno importante in termini di volume, la divisione Trucks registra un calo del 56% e vede ricavi scivolare da 7,4 a 4,2 miliardi di euro e l'EBIT da 608 milioni in attivo a 508 milioni in perdita. In perdita anche le divisioni Van e Bus. Risultato positivo per 79 milioni viene invece da Daimler Finacial Services nonostante un calo del 6% rispetto allo stesso periodo del 2008 del volume dei contratti pari attualmente a 60,3 miliardi di euro.

Le previsioni per il 2009 non sono ancora chiare, ma parlano di calo significativo in termini di volumi, soprattutto sui mercati tradizionali e parzialmente compensato dall'aumento di quelli emergenti con la divisione auto che, grazie ai nuovi modelli, ridurrà gradatamente le perdite e produrrà risultati finanziari migliori grazie ai miglioramenti operativi e della profittabilità per un totale di 4 miliardi di euro, grazie anche al calo della forza lavoro impiegata.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , Mercedes-Benz , immatricolazioni


Top