dalla Home

Motorsport

pubblicato il 30 luglio 2009

F1: la Ferrari commenta la decisione della BMW

Il team è dispiaciuto, ma rinnova l'impegno nella massima formula

F1: la Ferrari commenta la decisione della BMW

La scelta sofferta della BMW ha impoverito ancora di più una F1 sfinita dalla lotta intestina tra la FIA e la Fota. Certo, nella prossima stagione ci saranno nuovi team ad infoltire la griglia di partenza, ma la carenza di un costruttore così importante si farà sentire al punto che c'è già chi ipotizza di schierare tre monoposto per scongiurare l'effetto crisi. Anche la Ferrari è rimasta colpita da una decisione che ha lasciato in molti con l'amaro in bocca ed ha espresso il suo rammarico con un comunicato, ribadendo nel contempo il suo impegno per migliorare la F1.

"Nei sessant'anni di ininterrotta partecipazione della Ferrari al Campionato del Mondo di Formula 1 abbiamo visto entrate ed uscite di tante squadre e diversi importanti costruttori automobilistici - ha dichiarato un portavoce della Scuderia - si tratta quindi di una caratteristica di questa disciplina, anche se ci dispiace per la decisione della BMW. La Ferrari continuerà ad impegnarsi a fondo per una nuova era della Formula 1, fatta di regolamenti stabili e di ricerca tecnologica estrema accompagnata ad una grande attenzione all'ambiente e sempre più improntata ad un forte miglioramento dello spettacolo e del coinvolgimento degli appassionati e di tutte le componenti del nostro sport".

Alla luce di quanto sta accadendo a Maranello dovranno rimboccarsi le maniche per lavorare in sinergia con la FIA e non correre il rischio di rimanere soli con le scuderie ammesse dalla Federazione. D'altra parte se le gare non diventeranno più avvincenti e se la F1 non tornerà ad essere almeno somigliante a quella di una volta, saranno sempre di meno i costruttori che investiranno milioni di euro per correre e sempre di più quelli che lasceranno il circus.

Autore: Valerio Verdone

Tag: Motorsport , Ferrari , formula 1


Top