dalla Home

Motorsport

pubblicato il 29 luglio 2009

F1: la BMW non correrà nel 2010

Meno Formula 1 e più investimenti per la mobilità sostenibile

F1: la BMW non correrà nel 2010
Galleria fotografica - BMW-Sauber F1.09Galleria fotografica - BMW-Sauber F1.09
  • BMW-Sauber F1.09 - anteprima 1
  • BMW-Sauber F1.09 - anteprima 2
  • BMW-Sauber F1.09 - anteprima 3
  • BMW-Sauber F1.09 - anteprima 4
  • BMW-Sauber F1.09 - anteprima 5
  • BMW-Sauber F1.09 - anteprima 6

Dopo la Honda un altro cotruttore si appresta a lasciare la F1, si tratta della BMW, che nel 2009 ha ottenuto solamente 8 punti in 10 gare disputate. Un bottino magro, che la dice lunga sulle difficoltà incontrate dal team nell'adattarsi al nuovo regolamento ed evidenzia le problematiche di una squadra in piena crisi tecnica.

Eppure la BMW è stata una delle prime vetture a girare con le soluzioni aerodinamiche 2009 e a sperimentare il KERS, ma evidentemente questo non è bastato e la nuova monoposto non ha ottenuto le prestazioni sperate. Diversa da tutte le altre, con le sue superfici squadrate, ha avuto poche chance di mettersi in evidenza ed è stata la monoposto che ha condotto la BMW verso un'uscita di scena poco dignitosa.

"Naturalmente, questa è stata una decisione difficile per noi - ha detto il Presidente Norbert Reithofer - ma è un passaggio obbligato in vista di una strategia di riallineamento della nostra azienda". Una strategia che prevede l'utilizzo delle risorse finanziarie per lo sviluppo di tecnologie legate alla mobilità sostenibile.

Per cautelare gli appassionati, la BMW ha fatto sapere che non abbandonerà le altre competizioni motoristiche in cui è impegnata, ma si tratta di una magra consolazione per chi ricorda cosa è stata capace di fare la BMW con Robert Kubica nel recente passato.

Autore: Valerio Verdone

Tag: Motorsport , Bmw , formula 1


Top