dalla Home

Test

pubblicato il 27 luglio 2009

Lotus Evora: la prova

Sportiva, confortevole e coinvolgente. In Italia da 61.874 euro

Lotus Evora: la prova
Galleria fotografica - Lotus Evora primo contattoGalleria fotografica - Lotus Evora primo contatto
  • Lotus Evora primo contatto - anteprima 1
  • Lotus Evora primo contatto - anteprima 2
  • Lotus Evora primo contatto - anteprima 3
  • Lotus Evora primo contatto - anteprima 4
  • Lotus Evora primo contatto - anteprima 5
  • Lotus Evora primo contatto - anteprima 6

Esattamente diciassette anni dopo l'uscita di scena della Lotus Excel, l'ultima "2+2" della Casa inglese, debutta anche sul mercato italiano la nuova Lotus Evora 2+2 che abbiamo avuto il piacere di provare in esclusiva. L'esemplare a disposizione è un modello di preserie con le piccole imperfezioni che questo comporta, ma ciò non toglie che la qualità percepita sia comunque alta, high-tech come la Elise, ma con un piacevole tocco di lusso in più. Fa un certo effetto aprire lo sportello di una Lotus e trovare un raffinato sedile a guscio Recaro con apposita levetta per il ribaltamento in avanti e l'accesso ai sedili posteriori!

LA NOSTRA EVORA
La Evora da noi provata è dotata di un equipaggiamento decisamente completo: configurazione 2+2, Tech Upgrade Pack con ottimizzazione dell'impianto audio Alpine e telecamera posteriore di ausilio al parcheggio. Inoltre troviamo il Premium Upgrade Pack che prevede ampio uso di pellami nell'abitacolo e lo Sport Upgrade Pack che aggiunge la modalità Sport per acceleratore e controllo di trazione, diffusore posteriore specifico, terminali di scarico in titanio, pinze freno nere su dischi traforati e radiatore dell'olio motore, cambio sportivo a rapporti ravvicinati, fari Bi-Xenon e specchietti richiudibili elettricamente. Ma rimane davvero una Lotus?

I PRIMI METRI
All'avviamento il motore centrale V6 VVT-i 3.5 litri di origini Toyota si fa sentire, ma durante la marcia mantiene la sua voce entro livelli sonori più che accettabili. Già nei primi metri si intuisce che i 280 CV e i 350 Nm sono sufficienti per dare alla Evora un carattere sportivo e divertente, adatto ad una vivibile 2+2 da usare quotidianamente che all'occorrenza sa mostrare una grinta non indifferente. L'assetto è sicuro, quasi granitico grazie alle molle Eibach e agli ammortizzatori Bilstein, ma le asperità dell'asfalto e le tanto odiate buche che costellano le italiche strade non disturbano troppo né influiscono sulle traiettorie, almeno a velocità da codice. Un'ottima sicurezza la infonde il telaio che alle prime curve mette in campo tutta la propria rigidità strutturale e conferma i dati forniti dalla Casa che parlano di 26.600 Nm per grado contro i già ottimi 10.000 Nm per grado della Elise.

ENTUSIASMANTE
Non appena ci si presenta di fronte un tratto di strada a tre corsie possiamo saggiare le doti di accelerazione e ripresa che permettono di muoversi con agilità in mezzo al traffico e poi affrontiamo con piacere le più sinuose provinciali di campagna, grazie anche al generoso motore che spinge bene, sia che si voglia viaggiare tranquilli con pochi cambi di marcia, sia che si insista sul selettore del cambio come un rallista in prova speciale. Un grande parcheggio deserto ci offre l'occasione per accennare qualche partenza veloce da fermo e, pur non avendo lo spazio fisico per provarlo, ci rendiamo conto che i 5,1 secondi dichiarati per raggiungere i 100 orari da fermo sono a portata di mano. Nel regno della pura teoria rimane la velocità massima di 261 km/h, impossibile anche sa avvicinare in una breve prova cittadina. La frenata potente e sicura è ben calibrata dall'ottimo impianto AP racing e assistita da un ABS Bosch evoluto con assistenza alle frenate d'emergenza e ripartitore elettronico; l'ABS ha una soglia di intervento elevata che non disturba neppure durante la guida sportiva. La tenuta di strada va al di là dell'esperienza dell'automobilista medio e la sicurezza che infonde in curva è paragonabile a quella della Elise. Il differenziale elettronico interviene sulla ruota che slitta e pur non agendo sull'assale ottiene lo stesso effetto del classico differenziale autobloccante.

MERCATO GLOBALE E SVILUPPI FUTURI
Grazie ad un motore Euro 5 in regola con tutti i più stringenti limiti antinquinamento e una progettazione che risponde ai più severi test sulla sicurezza, la Evora sarà la prima Lotus ad essere venduta in tutto il mondo, dal 2010 disponibile anche in Nord America. Alla base del progetto Evora c'è la creazione di una nuova piattaforma costituita da un telaio modulare che può essere utilizzato per sviluppi successivi e che supera le limitazioni di un telaio fantastico come quello della Elise che ha però raggiunto con la Europa la sua massima evoluzione. Come ci ha spiegato Joris Rosmolen, responsabile Lotus per l'Europa meridionale, su questa base si possono già ipotizzare sviluppi vari e interessanti, a partire dalla versione con cambio automatico nel 2011 e dalla versione aperta che seguirà in un prossimo futuro; oltre a questo sarebbe anche tecnicamente possibile ipotizzare un allungamento del passo per la creazione di una 4 porte, una diversa conformazione dei telai anteriore e posteriore in alluminio estruso e incollato per avere motore e trazione anteriore. La piattaforma è adatta per volumi produttivi che vanno da 500 a 15.000 unità annue e potrebbe portare anche alla nascita di nuovi modelli realizzati da altri costruttori in collaborazione con Lotus.

DA SUBITO IN ITALIA A 61.874 EURO
Nelle concessionarie Lotus italiane la Evora è già ordinabile e visto che delle 2.000/2.500 vetture programmate annualmente non più di 70/100 saranno destinate al nostro mercato è bene che gli interessati al nuovo oggetto del desiderio si affrettino a sottoscrivere il contratto d'acquisto. Per questa Lotus che punta sull'impostazione turistica e sulle raffinate finiture il prezzo di partenza è fissato in 61.874 euro per la Evora 2+0 a due posti e in 65.413 euro per la Evora 2+2 adatta al trasporto di due persone (magre) sui sedili posteriori per brevi tragitti o di bambini. Fra le opzioni a pagamento più interessanti ci sono i tre pacchetti tecnici Tech Pack (3.519 euro), Sport Pack (1.503 euro) e Premium Pack (3.015 euro), i fari Bi-Xenon da 998 euro, il cambio sportivo (1.815 euro) e le ruote in lega forgiate (2.007 o 2.773 euro). Le tinte di carrozzeria sono 20 e le uniche non a pagamento sono i pastello Ardent Red e British Racing Green; le vernici metallizzate hanno un costo aggiuntivo di 998 euro, le cosiddette Lifestyle costano 1.886 euro e le Premium (Burnt Orange e Ice White) necessitano di un esborso di 2.760 euro.

Scheda Versione

Lotus Evora
Nome
Evora
Anno
2009 - F.C.
Tipo
Premium
Segmento
sportive
Carrozzeria
coupé
Porte
2 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Lotus


Listino Lotus Evora

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
3.5 V6 VVT-I 2+0 posteriore benzina 280 3.5 2 € 66.540

LISTINO

3.5 V6 VVT-I 2+2 posteriore benzina 280 3.5 4 € 70.100

LISTINO

3.5 V6 VVT-I S 2+0 posteriore benzina 350 3.5 2 € 75.690

LISTINO

3.5 V6 VVT-I S 2+2 posteriore benzina 350 3.5 4 € 79.250

LISTINO

 

Top