dalla Home

Curiosità

pubblicato il 24 luglio 2009

Schweeb, il futuro della mobilità sostenibile?

In Nuova Zelanda si pedala così, a 90 km/h

Schweeb, il futuro della mobilità sostenibile?
Galleria fotografica - Schweeb, il futuro della mobilità sostenibile?Galleria fotografica - Schweeb, il futuro della mobilità sostenibile?
  • Schweeb, il futuro della mobilità sostenibile? - anteprima 1
  • Schweeb, il futuro della mobilità sostenibile? - anteprima 2
  • Schweeb, il futuro della mobilità sostenibile? - anteprima 3
  • Schweeb, il futuro della mobilità sostenibile? - anteprima 4
  • Schweeb, il futuro della mobilità sostenibile? - anteprima 5
  • Schweeb, il futuro della mobilità sostenibile? - anteprima 6

Per ora è solo un divertimento, ma potrebbe dare ai nostri ingegneri un'ottimo spunto di riflessione. Si chiama Schweeb e consiste in una monorotaia elevata da terra su cui sfrecciano cabine a trazione... umana. L'energia per il movimento arriva, infatti, dalle gambe di chi si posiziona all'interno della capsula e pedala come su una normale bicicletta. La velocità massima che si riesce a raggiungere è pari a 90 km/h, grazie anche all'attrito ridotto e alla particolare struttura del binario, che sale e scende per favorire l'accelerazione.

Anche se al momento si tratta di un'esemplare unico costruito in Nuova Zelanda c'è già chi ne sogna l'impiego in altri paesi per ridurre il traffico cittadino e la quantità di emissioni di CO2 nell'atmosfera. Come si vede nel video, infatti, questo "gioco" è presentato come "il più efficiente mezzo di trasporto del pianeta, potenzialmente in grado di spostare centinaia di persone da un posto all'altro". Peccato però che i pigri dovrebbero arrendersi a qualche sacrificio...

Schweeb, il futuro della mobilità sostenibile?

Un dovertimento in Nuova Zelanda potrebbe essere il futuro della mobilità?

Autore:

Tag: Curiosità


Top