dalla Home

Motorsport

pubblicato il 22 luglio 2009

F1: la Ferrari licenzia Iley

Il capo dell'aerodinamica appiedato per lo scarso rendimento della F60

F1: la Ferrari licenzia Iley

A Maranello c'è aria di rinnovamento, c'è voglia di ritornare ad essere competitivi, di riprendere dimestichezza con la vittoria e di riscattare una stagione che fino ad ora è stata disastrosa. Per questo si cercano i capi espiatori, i responsabili di una debacle che ad inizio stagione sembrava impensabile ed è iniziato l'inesorabile valzer dei licenziamenti.

Il primo a cadere è stato John Iley, capo dell'aerodinamica Ferrari dal 2004, con trascorsi lavorativi alla Renault ed alla Jordan. Con lui la Squadra Corse di Maranello ha vinto tre titoli costruttori e due piloti con Schumacher e Raikkonen, ma nel 2009 è caduta in una crisi profonda dalla quale non riesce a riprendersi. La F60 è nata male: non è abbastanza veloce in rettilineo e non regala l'appoggioaerodinamico sperato nella percorrenza di curva. Inoltre, nelle sue evoluzioni non è riuscita a tenere il passo delle monoposto più performanti.

Per questo motivo la Ferrari ha già iniziato ad occuparsi delle vettura 2010 che sarà affidata ad un altro esperto di aerodinamica. Il suo nome? Per il momento non è dato saperlo, ma è ipotizzabile che sarà Nic Tombazis, il capo dei progetti, a fare da traghettatore assumendosi la responsabilità del lavoro aerodinamico fino all'arrivo di un sostituto.

Autore: Valerio Verdone

Tag: Motorsport , formula 1 , lavoro


Top