dalla Home

Curiosità

pubblicato il 22 luglio 2009

Fiat Brasile: prodotti 2,5 milioni di veicoli Flex

Oggi il 99% dei motori Fiat brasiliani è alimentato ad alcol

Fiat Brasile: prodotti 2,5 milioni di veicoli Flex
Galleria fotografica - Fiat FlexGalleria fotografica - Fiat Flex
  • Fiat Flex - anteprima 1
  • Fiat Flex - anteprima 2

Fiat Automóveis, filiale brasiliana del marchio torinese, dal 2003 produce nello stabilimento di Betim vetture Flex-Fuel che possono essere alimentate indifferentemente con etanolo (E100), con benzina (E0) o con la combinazione dei due combustibili. Ieri dallo stesso impianto produttivo è uscita la Fiat Flex numero 2.500.000, per la precisione una Fiat Linea rossa che posa per la foto di rito circondata da operai e tecnici della fabbrica brasiliana.

Con l'importante traguardo dei 2,5 milioni di veicoli Flex prodotti la Fiat Automóveis diventa il principale produttore al mondo di questo tipo di veicoli, entrati a pieno diritto nel panorama automobilistico dell'intera America Latina e del Brasile in particolare, dove dal 2005 le vendite di vetture Flex hanno superato quelle di auto alimentate a benzina. Il grande vantaggio ecologico di questi propulsori viene dal bilancio di CO2 in pareggio che vede la quantità di anidride carbonica emessa allo scarico interamente assorbita dalla fotosintesi delle piantagioni di canna da zucchero durante il periodo della crescita.

L'impiego di bioetanolo, cioè di alcol ricavato dalla canna da zucchero, ha trovato diffusione in Sud America sin dagli Anni '70 ed è stata sviluppata e perfezionata grazie agli sforzi congiunti di Fiat e Magneti Marelli. In questo modo i 3.000 motori Flex prodotti nel 2003 sono cresciuti fino ai 690.000 del 2008, vale a dire il 99% dei propulsori prodotti da Fiat in Brasile.

Autore:

Tag: Curiosità , Fiat , produzione


Top