dalla Home

Curiosità

pubblicato il 12 agosto 2009

Ceramica “al taglio” contro il calore

Trovata della Zircotec: fogli da tagliare come collage e applicare sulle parti calde

Ceramica “al taglio” contro il calore
Galleria fotografica - Ceramica “al taglio” contro il caloreGalleria fotografica - Ceramica “al taglio” contro il calore
  • Ceramica “al taglio” contro il calore - anteprima 1
  • Ceramica “al taglio” contro il calore - anteprima 2
  • Ceramica “al taglio” contro il calore - anteprima 3

Ceramica da tagliare come fogli e da attaccare come pezzi di carta nelle zone più calde per isolarne il calore. È la trovata della Zircotec, azienda inglese che opera anche nelle competizioni ai massimi livelli e che ha sviluppato quello che si crede sia il primo materiale ceramico flessibile resistente al calore battezzato ZircoFlex. Le applicazioni sono potenzialmente infinite. Un esempio sono gli impianti di scarico, occupano un volume e operano a temperature sempre maggiori e, allo stesso tempo, per salvare spazio hanno forme sempre più complesse.

Lo ZircoFlex può essere confezionato in rotoli, pretagliato per arrivare alle stazioni di lavoro e applicato facilmente attraverso vincoli meccanici o adesivi a caldo senza aggiungere complicazioni di processo nei sistemi produttivi. Inoltre è leggero (460 g/m2) e molto sottile (0,25 mm), ciononostante riduce le temperature delle superfici su cui viene applicato del 33% grazie a uno strato al plasma brevettato denominato ThermoHold e applicato a spruzzo. Questo plasma contiene micro particelle di ceramica la cui struttura forma la barriera termica e lo ZircoFlex è talmente flessibile, che può essere ripiegato di 180° senza che ne siano intaccate le proprietà coibentanti, anche sulla linea di giunzione.

Tra le altre cose, il costo non è neppure proibitivo (69,70 sterline, Iva esclusa pari a circa 81 euro) per ogni foglio da 58x90 cm e può essere acquistato liberamente online, dunque il suo utilizzo non è riservato in sede di primo montaggio, ma se ne può immaginare l'impiego anche nelle officine per il post vendita. Una buona notizia per chi ha una vettura nella quale d'estate si cuoce vivi per colpa del calore che dai componenti meccanici arriva all'interno dell'abitacolo (e ce ne sono...) e anche per gli specialisti del tuning, delle auto storiche e per i preparatori impegnati nelle competizioni.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Curiosità


Top