dalla Home

Curiosità

pubblicato il 16 luglio 2009

Fari sempre accesi per le auto ibride in Giappone

E' l'iniziativa per la sicurezza ideata dalla polizia stradale di Koriyama

Fari sempre accesi per le auto ibride in Giappone

Le auto ibride, ad oggi il miglior compromesso tra l'esigenza di mobilità e la salute dell'ambiente, continuano a far discutere per la loro silenziosità. Il primo allarme era stato lanciato dalla National Feredation of Blind d'America, che ne aveva sottolineato la difficile individuazione su strada da parte delle persone cieche per via dell'assenza di rumore, e poi l'Unione mondiale dei ciechi, in rappresentanza di circa 160 milioni di persone non vedenti e ipovedenti in tutto il mondo, aveva lanciato un accorato appello a governi, legislatori eautomobilisti affinché venisse introdotto un minimo suono standard. Ed oggi in Giappone qualcosa si muove.

Il Ministero dei Trasporti ha istituito un comitato composto da studenti, associazioni di ipo-vedenti, forze dell'ordine e rappresentanti dell'industria automobilistica per discutere della questione e in una cittadina nel nord-est del Giappone, chiamata Koriyama, la polizia stradale ha deciso di lanciare un segnale viaggiando con i fari sempre accesi, anche di giorno. Certo la contromisura non è delle più idonee a risolvere il problema di chi non vede, ma è comunque un buon inizio per la sicurezza degli utenti della strada e uno sprono ai possessori di auto ibride - in rapido aumento grazie anche agli incentivi statali - a prestare più attenzione alla guida. Entro la fine dell'anno dovrebbe comunque essere elaborata la proposta del gruppo di esperti, che potrebbe poi diventare legge passando al vaglio del Ministero e del Parlamento.

Autore:

Tag: Curiosità , auto ibride


Top