dalla Home

Mercato

pubblicato il 15 luglio 2009

L'auto russa cerca partner in Piemonte

Sette aziende a Torino per valutare collaborazioni con le imprese italiane

L'auto russa cerca partner in Piemonte

Il legame automobilistico tra l'Italia e la Russia è destinato a stringersi. Domani arriverà a Torino, cuore dell'industria italiana, una delegazione di sette aziende russe (due costruttori e cinque di componentistica) che si incontrerà con alcune imprese piemontesi per valutare la possibilità di eventuali collaborazioni. Un viaggio che durerà due giorni e che è nato dall'esigenza dell'industria automobilistica russa di individuare partner stranieri in grado di supportarla nella crescita qualitativa e tecnologica. Per l'occasione sono stati organizzati 70 appuntamenti B2B che coinvolgeranno 30 aziende "From Concept to Car ", un progetto della Camera di commercio di Torino realizzato con il supporto della Regione Piemonte e gestito dal Centro Estero per l'Internazionalizzazione (Ceipiemonte) per promuovere all'estero le eccellenze del settore auto piemontese.

Un incontro che già promette bene. Tra i principali paesi di destinazione delle vendite piemontesi di componenti autoveicolari, la Russia si colloca all'ottavo posto con 167 milioni di euro (2008) e la crescita è molto promettente (+391% rispetto all'anno precedente). Gli acquisti russi dal Piemonte di componentistica autoveicolare rappresentano il 18% del totale delle merci esportate nel 2008 verso questo Paese e il 58% del totale della categoria dei mezzi di trasporto. Sta di fatto, che il 45% delle imprese che partecipano al progetto considera la Russia "mercato prioritario", il 10% ha già aperto unità produttive/commerciali in loco, il 15% ha avviato indagini di mercato per l'individuazione di un partner locale, il 20% ha rapporti stabili con committenti russi.

Autore:

Tag: Mercato , produzione


Top