dalla Home

Curiosità

pubblicato il 10 luglio 2009

La nuova campagna Renault sulla sicurezza

Per la Casa francese è interesse e diritto di tutti

La nuova campagna Renault sulla sicurezza

Renault ha una ricca tradizione di campagne pubblicitarie aggressive, incisive, innovative e a volte discusse come nel caso del recente spot New Scenic sulle "famiglie allargate". Nella sua ultima iniziativa di comunicazione, la Renault ha deciso di mettere ben in chiaro - verrebbe da dire "nero su bianco" - l'affidabilità e la qualità delle proprie vetture e dei servizi offerti. Per testimoniare quanto affermato il Costruttore francese si limita a riportare le crude statistiche 2008 dell'ente tedesco Dekra e dell'ADAC sull'affidabilità, in base alle quali Clio e Laguna risultano al primo e secondo posto assoluto.

A questa prima serie di uscite pubblicitarie ne segue ora una seconda impostata sullo stesso tipo di comunicazione ma mirata questa volta ad evidenziare i livelli di sicurezza raggiunti dalle vetture Renault. Il dato più importante circa il grande impegno Renault nel campo della sicurezza automobilistica appare già all'inizio del messaggio e sottolinea il fatto che si tratta dell'unico Costruttore ad essere stato premiato con le 5 stelle Euro NCAP per 11 dei suoi modelli. Ciò che la nuova pubblicità vuole far capire al pubblico è che il termine "Sicurezza" non è solo una parola vuota da utilizzare come efficace strumento di marketing per incrementare le vendite, ma che si tratta di una priorità nella progettazione delle automobili, una strategia di sviluppo del prodotto che vede la sicurezza come un diritto di tutti.

Non a caso la Renault Laguna II è stata la prima vettura in assoluto ad ottenere nel 2002 il punteggio pieno delle 5 stelle nella valutazione di impatto EuroNCAP, risultato ottenuto dopo anni di studio delle dinamiche degli incidenti, sviluppo di nuove tecnologie sia nel campo della sicurezza attiva che di quella passiva. L'obiettivo e la priorità assoluta è, come per la maggior parte dei produttori, arrivare a ridurre al minimo (avvicinandosi a zero) le possibilità di incidente, tramite sistemi automatici di rilevamento e intervento e, contemporaneamente, fornire il massimo livello di protezione agli occupanti. I 100 milioni di euro spesi da Renault ogni anno in ricerca e sviluppo sulla sicurezza stanno concretamente a dimostrare quanto valore aggiunto possa dare anche un solo nuovo dispositivo di questo tipo in confronto a decine di gadget che possono soddisfare l'estetica o il puro desiderio di ostentazione.

L'augurio è che la sicurezza per tutti possa essere un traguardo sempre più vicino per tutti i grandi i costruttori automobilistici, una conquista sociale che merita il rispetto e il sostegno di tutti noi.

Autore:

Tag: Curiosità , Renault , spot pubblicitari , crash test


Top