dalla Home

Tuning

pubblicato il 21 agosto 2009

Techart Porsche Cayenne Diesel

290 CV di grinta a gasolio

Techart Porsche Cayenne Diesel
Galleria fotografica - Techart Porsche Cayenne DieselGalleria fotografica - Techart Porsche Cayenne Diesel
  • Techart Porsche Cayenne Diesel - anteprima 1
  • Techart Porsche Cayenne Diesel - anteprima 2
  • Techart Porsche Cayenne Diesel - anteprima 3
  • Techart Porsche Cayenne Diesel - anteprima 4
  • Techart Porsche Cayenne Diesel - anteprima 5
  • Techart Porsche Cayenne Diesel - anteprima 6

Come non bastasse l'ormai pluriennale supremazia dei motori diesel nella 24 Ore di Le Mans, ci si mette ora anche Techart a stuzzicare le fantasie di elaborazione che già albergano nell'animo di tutti gli automobilisti che nella denominazione della loro tranquilla turbodiesel leggono solo la parola "TURBO". Uno storico tuner Porsche come Techart si lancia quindi nel vasto settore dei turbodiesel moderni e per farlo sceglie ovviamente l'unico motore di questo tipo disponibile attualmente su di una vettura di Zuffenhausen. La Porsche Cayenne Diesel, con il nome dell'inventore tedesco a indicare con molta semplicità l'origine di quel propulsore, si presta perfettamente alla bisogna perché già dotata all'origine di 240 CV e 550 Nm.

PARAGONABILE A UN V8
Tramite un modulo di potenziamento chiamato TA 055/D1 la potenza massima cresce fino a 290 CV, la coppia massima arriva a 630 Nm e più di 500 Nm sono sempre disponibili fra 1.100 e 4.000 giri/min. Nonostante l'incremento della potenza a disposizione, i valori di consumo e le emissioni di CO2 rimangono invariati a 9,3 l/100 km e 244 g/km. A detta del preparatore il vantaggio offerto dal nuovo kit è quello di offrire una coppia maggiore e costante, come se sotto il cofano ci fosse un benzina V8 anziché il diesel V6 di origini Audi. Per accelerare fino a 100 km/h da fermo occorrono 7,7 secondi contro gli 8,3 della versione di serie.

IL DIESEL FA LA FACCIA CATTIVA
Con il pacchetto di modifica carrozzeria Aerokit 1 la Cayenne Diesel di Techart assume il classico aspetto cattivo e grintoso di tutte le Cayenne del preparatore tedesco, con nuovo spoiler anteriore più pronunciato, doppi fendinebbia integrati, prese d'aria aggiuntive, bandelle laterali, diffusore posteriore e piccolo spoiler sul portellone. Per le Cayenne dotate di sospensioni pneumatiche Techart propone un modulo di controllo che abbassa l'assetto per migliorare stabilità e aerodinamica e facilitare l'accesso a bordo. Lo stesso Aerokit 1 comprende poi i cerchi in lega da 21" con pneumatici Michelin Diamaris 4X4 XL 295/35 R21, doppi terminali di scarico ovali gemellati, volante sportivo a 3 razze, pedaliera in alluminio e tappetini personalizzati. Fra le tante opzioni disponibili ci sono le ruote da 22" in tinta con il colore carrozzeria (pneumatici Continental 295/30 R22), cofano motore Aero o Turbo-look, oltre alle infinite possibilità di personalizzazione degli interni in pelle.

KIT ABBINATI O DISTINTI
Il kit aerodinamico e di potenziamento possono essere acquistati in blocco o separatamente presso Techart, che fornisce la vettura completa di trasformazione a circa 61.000 euro con il solo Aerokit 1 e a quasi 64.000 euro con Aerokit 1 e TA 055/D1. Per chi volesse invece effettuare la trasformazione sulla propria Cayenne Diesel occorre preventivare circa 2.900 euro per l'elaborazione del motore e poco più di 17.000 euro per il pacchetto estetico-aerodinamico.

Autore:

Tag: Tuning , Porsche


Top