dalla Home

Motorsport

pubblicato il 7 luglio 2009

Jenson Button: "il migliore sono io"

Il pilota di F1 dimostra la sua autostima in un'intervista a GQ

Jenson Button: "il migliore sono io"

Il successo da assuefazione, porta le persone a sopravvalutarsi e ad avere manie di grandezza? Forse. E' accaduto a Jenson Button dopo l'inusuale serie di vittorie ottenute con la Brawn GP. Il pilota britannico, saldamente in testa al mondiale di F1, ma ancora lontano dalla conquista del campionato, rispondendo ad una domanda per la rivista GQ, nella quale gli è stato chiesto chi fosse, a suo avviso, il più grande driver della storia, non ha esitato a rispondere: "il migliore sono io".

Una frase che rispecchia l'attuale livello di autostima dell'inglese, ma che appare quanto meno ingenerosa nei confronti di personaggi del calibro di Senna, Schumacher e di altri nomi della storia della F1 che hanno vinto molto più di lui ed hanno dimostrato il loro valore anche quando non avevano le monoposto migliori del circus. Inoltre, Button si è espresso con una superbia che fino ad ora non aveva mai mostrato anche nei confronti di Hamilton, trionfatore nel mondiale 2008. "Non mi interessa chi vince, se non sono io a farlo. Mi preoccupo solo di arrivare primo e, quando non ci riesco, sono geloso di chi conquista il successo". Un'affermazione quanto meno ambigua per chi non ha mai vinto niente per molti anni.

Certo, la stagione attuale sta riservando al driver della Brawn GP uno scenario insperato e inaspettato e gli sta consentendo di disputare il suo miglior campionato da quando corre in F1, ma con Vettel e la Red Bull in stato di grazia dovrebbero essere altri i pensieri di Button.

Autore: Valerio Verdone

Tag: Motorsport , formula 1 , piloti


Top