dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 2 luglio 2009

Nel 2012 tre smart su quattro saranno elettriche

Il futuro della 2 posti tedesca è quello ad emissioni zero

Nel 2012 tre smart su quattro saranno elettriche
Galleria fotografica - smart fortwo electric driveGalleria fotografica - smart fortwo electric drive
  • smart fortwo electric drive - anteprima 1
  • smart fortwo electric drive - anteprima 2
  • smart fortwo electric drive - anteprima 3
  • smart fortwo electric drive - anteprima 4
  • smart fortwo electric drive - anteprima 5
  • smart fortwo electric drive - anteprima 6

La smart nel 2012 sarà venduta per il 75% nella versione elettrica. Una cifra incredibile, ma sarebbe questo l'obiettivo che la piccola del gruppo Daimler ha nel medio periodo e che sottende tre convinzioni: la prima è che i vari progetti di sperimentazione in atto nei vari paesi avranno successo, la seconda è che il futuro delle city car è elettrico e la terza è che si potrà presto passare alla produzione di serie di questo tipo di automobile rendendole accessibile a una buona fetta della clientela potenziale.

Intanto a settembre partirà la selezione per i 100 clienti che vorranno far parte del progetto e-mobility Italy realizzato da Daimler Italia in collaborazione con Enel che vuole installare allo scopo una rete di circa 400 punti. Le città coinvolte, come è noto saranno Milano e Roma, ciascuna con 35 vetture, e Pisa con le restanti 30. I vertici della Casa tedesca non vogliono però che si chiami e-mobilty Italy una sperimentazione perché i 100 prescelti pagheranno un canone e dunque saranno clienti inoltre saranno scelti affinché possano costituire un campione statistico attendibile di tutte le tipologie possibili di utilizzo dell'auto elettrica. Non ci sarà dunque la replica del solito rituale che prevede la consegna delle vetture alternative ad aziende, sindaci o assessori: smart ED (Electric Drive) vuole mettersi alla prova con clienti veri.

L'obiettivo è ricavare il maggior numero di informazioni sulla funzionalità del prodotto e soprattutto della rete, in particolare del sistema di fatturazione che prevederà l'addebito direttamente sulla bolletta dell'energia spesa, da qualunque punto si effettui la ricarica. Questo grazie a un sistema di comunicazione che sarà in grado di riconoscere la vettura, associarla al proprietario e dunque di identificare l'utente. Smart ha in corso due programmi di sperimentazione dell'elettrico, uno a Londra e l'altro a Berlino.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Anticipazioni , Smart


Top