dalla Home

Accessori

pubblicato il 1 luglio 2009

Renault e Dassault Systèmes verso la progettazione virtuale

Ingegneri e designer potranno collaborare online

Renault e Dassault Systèmes verso la progettazione virtuale

Creare un ambiente virtuale di progettazione dove possono intervenire in tempo reale ingegneri presenti nelle varie sedi operative dell'azienda, in modo che la nascita di un nuovo modello o di una soluzione tecnica possa avvenire in maniera corale e condivisa. E' questo l'obiettivo di Renault che, per avvicinarsi sempre più ma questo tipo di studio tecnico condiviso, continua ad affidarsi alla Dassault Systèmes e in particolare alla piattaforma V6 PLM (Product Lifecycle Management) che permette di gestire la "progettazione globale".

La collaborazione online in tempo reale fra tecnici e progettisti si basa quindi su di una interfaccia comune diffusa in tutti i centri di ricerca e sviluppo della Renault sparsi per il mondo, portando ancora più avanti un discorso tecnico già avviato in precedenza con i sistemi ENOVIA V6 e CATIA V6. Quello che fino ad ora era un processo di creazione suddiviso in tre parti distinte seguite in modo autonomo dai vari ingegneri diventa un unico momento di sviluppo del prodotto e dei metodi produttivi, attraverso una interfaccia computerizzata standard utilizzata da tutte le divisioni.

Tutto il ciclo progettuale e produttivo del singolo componente o dell'intero veicolo può essere seguito in tempo reale dagli ingegneri della Renault, dai disegnatori presenti nei centri di design e anche dai fornitori per meglio comprendere le esigenze produttive del Costruttore francese. Cuore di tutta la piattaforma V6 di Dassault Systèmes è la presenza del cosiddetto "digital mock-up" (DMU) accessibile online, un modello virtuale in 3D per la prototipazione e la visualizzazione finale del prodotto.

Autore:

Tag: Accessori , Renault


Top