dalla Home

Attualità

pubblicato il 30 giugno 2009

Stop a Termini Imerese

Lavoratori fermi per uno sciopero dell'indotto. Lancia Ypsilon in stand-by

Stop a Termini Imerese

Il piano di riconversione annunciato dall'amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne, che prevede il cambio di mission produttiva a partire dal 2012, proprio non piace ai lavoratori, neanche a quelli dell'indotto. Oggi tre aziende hanno deciso di contestarlo scioperando e il loro blocco della consegna dei componenti per l'assemblaggio della Lancia Ypsilon, ha indotto la Fiat a disporre il fermo degli impianti di montaggio e verniciatura a Termini Imerese.

Stanno invece lavorando regolarmente gli operai addetti alla lastratura. In particolare, le tre aziende dell'indotto che sono ferme per protesta sono: la Lear corporation, che produce sedili con circa 170 lavoratori; l'ex Ergom, che costruisce paraurti, plance e serbatoi e impiega circa 145 dipendenti, e la Bienne Sud, dove il personale (85 addetti) si occupa della verniciatura dei paraurti.

Autore:

Tag: Attualità , Lancia , produzione


Top