dalla Home

Attualità

pubblicato il 24 giugno 2009

Anche in Australia ESP obbligatorio dal 2011

Dopo l'Europa, tocca agli antipodi

Anche in Australia ESP obbligatorio dal 2011

Solo pochi mesi fa era stata emanata una nuova normativa comunitaria che prevede nell'Unione Europea l'installazione obbligatoria dell'ESP su tutte le vetture nuove immatricolate a partire dal 2011, ed ecco che anche l'Australia decide di seguire questa importante scelta per la sicurezza stradale.

Dal novembre 2011 tutte le automobili nuove vendute nel più grande paese dell'Oceania saranno dotate del cosiddetto ESC (Electronic Stability Control), ovvero di quel controllo elettronico della stabilità che si è dimostrato negli anni utile per ridurre il numero e la gravità degli incidenti stradali. Il ministro dei trasporti australiano Anthony Albanese ha anche annunciato che a partire dal novembre del 2013 lo stesso equipaggiamento diventerà obbligatorio per tutti i veicoli, compresi quindi furgoni, autotreni e autobus.

La decisione del governo australiano pone le basi per un'auspicabile diffusione mondiale di questo equipaggiamento "salvavita", ormai montato di serie su buona parte della produzione automobilistica e scelto dai due terzi degli automobilisti australiani nel 2008. Bosch, principale produttore mondiale degli impianti ESP e Holden, unico costruttore australiano di un certo peso, si sono già detti pronti a far fronte alla sfida produttiva che la nuova norma implica.

Solo per rammentare l'utilità del controllo elettronico della stabilità, ricordiamo che il sistema ESP risulta estremamente utile nel mantenere la traiettoria desiderata e nell'evitare che il guidatore perda il controllo della vettura. In questo modo si possono evitare molti incidenti e fare in modo che gli scontri fra vetture possano avvenire frontalmente piuttosto che lateralmente; quest'ultima tipologia di urti è quella a cui gli attuali sistemi di ritenuta non possono purtroppo rispondere con sufficiente sicurezza.

Autore:

Tag: Attualità


Top