dalla Home

Curiosità

pubblicato il 26 giugno 2009

Pirelli P Zero per la Lotus Evora

Per la nuova 2+2 Lotus ha scelto le gomme italiane

Pirelli P Zero per la Lotus Evora
Galleria fotografica - Lotus EvoraGalleria fotografica - Lotus Evora
  • Lotus Evora - anteprima 1
  • Lotus Evora - anteprima 2
  • Lotus Evora - anteprima 3
  • Lotus Evora - anteprima 4
  • Lotus Evora - anteprima 5
  • Lotus Evora - anteprima 6

La Lotus Evora è il primo modello totalmente nuovo proposto dal costruttore inglese dal lontano debutto della Elise nel 1996 e per dotare l'importante vettura delle gomme adatte la scelta è caduta sulle Pirelli P Zero. Il fatto che un marchio autorevole nel campo delle vetture sportive come Lotus abbia optato per un prodotto italiano non può che essere considerato di buon auspicio in un mercato che sembra premiare soprattutto i prodotti stranieri.

Pirelli, per quanto trasformato in un colosso multinazionale, è pur sempre una bella realtà italiana che ha raggiunto lo status di quinto produttore mondiale di pneumatici e questo ulteriore segno di apprezzamento suona un po' come un riconoscimento del prodotto nazionale. Nelle dichiarazioni di Matthew Becker, ingegnere Lotus, le Pirelli P Zero "esaltano la dinamica della Evora con la loro eccellente linearità di sterzata e gli alti livelli di aderenza dimostrati in ogni condizione di guida"

Già durante le prove per la stampa la Lotus Evora era stata gommata con le P Zero, dimostrando una precisione di risposta allo sterzo che ha fatto subito pensare ad una alleanza perfetta fra i due marchi. Le misure omologate sono la 225/40 ZR18 all'anteriore e la 255/35 ZR19 al posteriore. Con Pirelli P Zero la Lotus ha trovato per la Evora un abbinamento che coniuga il comfort con la capacità di affrontare le curve senza trasmettere tensioni particolari al volante, la costanza di prestazioni a basse e alte temperature con una impronta a terra efficace sia da fermo che in movimento.

Da non sottovalutare nella scelta dei P Zero è anche il ruolo giocato dal battistrada asimmetrico, studiato per garantire maggiore sicurezza, tenuta di strada e prestazioni. Ci auguriamo che l'esempio di Lotus venga seguito da altri costruttori, come già accade nel segmento delle super sportive, e che i reparti ricerca e sviluppo Pirelli continuino a battere la difficile ma prestigiosa strada dell'alta tecnologia per tenere il passo dell'agguerrita concorrenza Michelin, Bridgestone e Goodyear, solo per fare alcuni nomi.

Autore:

Tag: Curiosità , Lotus


Top