dalla Home

Motorsport

pubblicato il 21 giugno 2009

F1 GP di Silverstone: è dominio Red Bull

Seconda doppietta stagionale per la squadra austriaca

F1 GP di Silverstone: è dominio Red Bull

La Red Bull espugna Silverstone e festeggia in casa della Brawn GP con una doppietta imbarazzante. Veloci, affidabili e con un comportamento in gara privo di sbavature, le monoposto austriache hanno monopolizzato la competizione inglese con grande autorità: merito del genio di Adrian Newey che ha cambiato il fondo e il muso delle vetture dando un'ulteriore prova delle sue qualità progettuali. A condurre la Red Bull in trionfo è stato Sebastien Vettel, a segno per la seconda volta in questa stagione, che è transitato per primo sul traguardo davanti al compagno di squadra Webber.

Baby Schumy ha guidato con il piglio del campione maturo conducendo le operazioni in pista dall'inizio alla fine, staccando di 43 secondi Rubens Barrichello, ottimo terzo, nel ultimo giro. Dietro il brasialiano della Brawn GP è giunto il connazionale Felipe Massa, il quale, complice il gran carico di benzina imbarcato ad inizio gara, ha avuto l'occasione di recuperare diverse posizioni durante le soste ai box. A punti anche Rosberg, che ha conquistato la quinta posizione precedendo Button, Trulli e Raikkonen. Ennesima gara da dimenticare per Hamilton, decisamente in difficoltà per via di una McLaren inconsistente.

Il week-end britannico, seppur privo delle emozioni dei primi appuntamenti stagionali e più in linea con la F1 del 2008, è stato teatro del sorpasso tecnologico operato dalla Red Bull ai danni della Brawn GP. Alla luce dei tempi fatti registrare in qualifica e del passo di gara tenuto dalle vetture di Newey, appare chiaro che la squadra austriaca sia l'unica che possa competere con il team di Ross Braw nel prosieguo del campionato e che la Brawn GP sia costretta a rimboccarsi le maniche per ritrovare la supremazia perduta.

Sempre più nebulosa la crescita della Ferrari, incapace di colmare il gap prestazionale dalle monoposto più veloci. Le parole di Stefano Domenicali ai microfoni di Sky al termine della gara -"Abbiamo centrato l'obiettivo prefissato: portare a casa punti importanti" - fotografano perfettamente la situazione della Casa di Maranello.

Da quì in avanti dunque, crescono le ambizioni di Vettel, determinato a diventare il più giovane campione del mondo di F1, e parte la rincorsa a Jenson Button.

Autore: Valerio Verdone

Tag: Motorsport , formula 1 , piloti


Top