dalla Home

Curiosità

pubblicato il 21 giugno 2009

La prima pietra per l’Audi Q3

Cerimonia per il nuovo impianto di Martorell dove nel 2011 nascerà il SUV tedesco

La prima pietra per l’Audi Q3
Galleria fotografica - Il nuovo stabilimento Seat per l'Audi Q3Galleria fotografica - Il nuovo stabilimento Seat per l'Audi Q3
  • Il nuovo stabilimento Seat per l\'Audi Q3 - anteprima 1
  • Il nuovo stabilimento Seat per l\'Audi Q3 - anteprima 2
  • Il nuovo stabilimento Seat per l\'Audi Q3 - anteprima 3
  • Il nuovo stabilimento Seat per l\'Audi Q3 - anteprima 4
  • Il nuovo stabilimento Seat per l\'Audi Q3 - anteprima 5
  • Il nuovo stabilimento Seat per l\'Audi Q3 - anteprima 6

A Martorell, in Catalogna, dove si trova il quartier generale della Seat, è stata celebrata la posa della prima pietra per il nuovo stabilimento dove dal 2011 sarà assemblata l'Audi Q3. Il piccolo SUV deriva dal concept Cross Coupé presentato la prima volta al Salone di Shanghai nel 2007 e riproposto al Salone di Barcellona lo scorso maggio e si andrà a posizionare al di sotto del Q5 per mettersi in diretta competizione con la BMW X1 e la Mini Crossman di prossima presentazione.

Alla cerimonia erano presenti José Montilla, presidente del governo catalano, accompagnato dal ministro dell'Innovazione Università e Industria, Josep Huguet, e Mar Serna, ministro del Lavoro. C'erano poi i sindaci delle municipalità coinvolte, Frank Dreves, vice presidente e responsabile della Produzione di Audi AG e altri membri del consiglio esecutivo di Seat intorno al presidente uscente, il tedesco Erich Schmitt che in settembre lascerà il posto al gallese James Muir, ex presidente di Mazda Europe.

Il nuovo stabilimento va ad integrarsi con gli impianti preesistenti dove vengono prodotti gli altri modelli Seat e, grazie alla presenza di 300 robot, sarà tra i più moderni d'Europa impiegando direttamente 1.500 persone con ricadute occupazionali importanti anche per l'indotto. Una decisione - quella di posizionare uno stabilimento Audi in Spagna - dettata prima di tutto dalla sovvenzione fornita dal governo spagnolo di 100 milioni di euro, un terzo dell'intero investimento, ma anche dalla possibilità di condividere con i cugini iberici la produzione di un SUV che manca alla Seat e del quale si parla sin dalla presentazione del concept Tribu nel 2007 al Salone di Francoforte. La circostanza quindi non è al momento confermata, ma appare alquanto probabile.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Curiosità , Audi


Top